postato il 28 Settembre 2009 | in "Giovani, Spunti di riflessione"

iSchool Manifesto: investire nella scuola, investire nel futuro

Scuola e innovazione. Wired lancia l’iSchool Manifesto, un invito a ripensare la scuola, a investire nella tecnologia, a credere nell’istruzione, nel futuro.

Ecco come il direttore Riccardo Luna lo presenta nel suo editoriale:

A volte le parole non bastano, servono fatti: dimostrare concretamente di crederci, alla scuola. Quando abbiamo redatto l’iSchool Manifesto, mi è tornato in mente quella campagna di un mattino di dieci anni fa e il sogno di una scuola diversa. E mi sono chiesto: ma quanto costerebbe davvero dare un laptop a tutti gli studenti delle elementari?
Circa 400 milioni, credo. E quanti sono 400 milioni? Dipende.
[…] Sono quello che volete, a patto di volerlo davvero.
Sono soprattutto la speranza, concreta, di avere domani degli italiani migliori,un paese migliore.

2 Commenti

Commenti

  1. purtroppo non bastano i laptop a rendere migliori gli italiani del futuro.
    Ci vogliono più soldi alla scuola (e non i docenti precari), ci vogliono insegnanti migliori e metodi moderni ed efficaci, ci vuole un progetto nuovo di famiglia italiana (che comprenda e sostenga anche i genitori singoli/divorziati e le coppie omosessuali), ci vuole più cultura (anche digitale) e meno tv.
    Ma non credo di aver detto nulla di nuovo… gli strumenti vengono dopo.


  2. Caro oin.Casini,
    sottopongo una questione sulla quale ci sono anche due interrogazioni parlamentari, una al senato a firma Zanetta e una alla camera a firma di Donadi.

    Senato della Repubblica
    Assemblea
    RESOCONTO giovedı` 24 settembre 2009
    009
    Interrogazioni con richiesta di risposta scritta
    ZANETTA. – Al Ministro dell’economia e delle finanze. – Premesso
    che:
    in data 8 febbraio 2008 e` stata bandita dall’Agenzia delle entrate
    una selezione pubblica per l’assunzione a tempo indeterminato di 1.180
    unita` per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale
    funzionario, per attivita` amministrativo-tributaria;
    la selezione suddetta prevedeva una prova oggettiva tecnico-professionale,
    una prova oggettivo-attitudinale e un tirocinio teorico-pratico
    integrato da una prova finale orale;
    considerato che:
    in data 4 agosto 2009 e` stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.
    179 la legge 3 agosto 2009, n. 102, «Conversione in legge, con modificazioni,
    del decreto-legge 1º luglio 2009, n. 78, recante provvedimenti anticrisi,
    nonche´ proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni
    internazionali»;
    all’articolo 17, comma 7, del suddetto decreto-legge si prevede
    che: «le amministrazioni e gli enti interessati dall’attuazione del comma
    3 del presente articolo non possono procedere a nuove assunzioni di personale
    a tempo determinato e indeterminato, ivi comprese quelle gia` autorizzate
    e quelle previste da disposizioni di carattere speciale»;
    a seguito dell’approvazione del suddetto comma, si e` quindi stabilito
    il blocco delle assunzioni anche per l’Agenzia delle entrate;
    rilevato che:
    i candidati che hanno partecipato e superato la selezione hanno dovuto
    affrontare numerose difficolta`, dovendo effettuare anche un tirocinio
    di sei mesi, senza retribuzione e in molti casi fuori dalla regione di residenza;
    e` emersa la necessita`, in particolar modo negli ultimi anni, di contrastare
    efficacemente la diffusa pratica dell’evasione fiscale, peraltro ribadita
    dal «decreto anticrisi» citato;
    il blocco delle assunzioni concernenti l’assunzione a seguito della
    suddetta procedura concorsuale riguarda personale addetto a contrastare
    l’evasione fiscale;
    considerato che:
    in data 24 dicembre 2008 l’Agenzia delle entrate ha bandito un secondo
    concorso per altri 825 funzionari;
    nella legge finanziaria per il 2008 erano previste delle norme che
    permettevano la deroga all’assunzione nel settore delle Agenzie fiscali;

    all’articolo 17, comma 35-bis, del decreto-legge n. 78 del 2009 e`
    stata, inoltre, inserita una proroga «atecnica» fino al 31 dicembre 2009
    dei tirocini dei neo assunti presso l’Agenzia delle entrate, per garantire
    il potenziamento dei controlli fiscali, nonostante il blocco delle assunzioni;
    la proroga di ogni istituto e` legittima e razionale solo se disposta
    mentre il rapporto (in questo caso il tirocinio) e` ancora in corso, non
    quando e` scaduto; inoltre, il tirocinante non potrebbe esercitare appieno
    i poteri e le funzioni di controllo, visto che non conduce con l’amministrazione
    il cosiddetto «rapporto organico», derivante dalla stipulazione del
    contratto di lavoro, necessario perche´ gli atti posti in essere possano legittimamente
    considerarsi espressione della potesta` autoritativa dell’ente di
    appartenenza;
    al mese di agosto 2009 sono state pubblicate le graduatorie regionali
    e a breve verranno pubblicate quelle nazionali,
    l’interrogante chiede di sapere quali provvedimenti di competenza
    il Ministro in indirizzo abbia adottato o intenda adottare per venire incontro
    alle legittime aspettative dei vincitori del suddetto concorso dell’Agenzia
    delle entrate e per disporre di nuove risorse professionali




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Mario Dereviziis: Auguri caro Presidente Casini. In parlamento si è...
  • Giuseppe Leporini: La saggezza di un leader vero. Grande Pier!
  • Francesco66: Di e cose sacrosante. Ma Intanto vediamo.
  • angelo lucisano: condivido pienamente,”i parlamentari,quelli ovviamente...
  • Fulvio: grande pier ferdinando , ciao, con amicizia,,, c’ero anche io...
  • Pippo Bufardeci: Pier, la classe non è acqua. Hai chiaramente evidenziato la...
  • Edgardo: Sono convinto che gli insulti da chiunque parte vengano non creano...
  • Giuseppe: Condivido parola per parola il ragionamento di un uomo di...
  • Pippo Bufardeci: Perfetto, Pierferdinando non si può gestire solo la...
  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
udc tour