postato il 27 Giugno 2016 | in "Esteri, Memoria, Temi etici"

Iraq: Parlamento riconosca genocidio yazidi

IMG_7957Questa mattina una delegazione del Senato della Repubblica composta da me e dal senatore Luigi Compagna ha incontrato a Erbil dei rappresentanti yazidi del parlamento iracheno che, ringraziando il Parlamento italiano per il sostegno ricevuto, hanno illustrato la drammatica situazione perpetrata ai danni del popolo yazida da parte degli uomini del Califfato, spiegando come siano ancora 3400 le donne e 700 bambini nella mani del Daesh.

Con loro una giovane donna yazida del villaggio di Shengal, rapita dall’Isis, torturata e costretta in schiavitu’, cui l’Isis ha avvelenato i suoi tre figli, di poco meno di 2 anni, e ucciso il marito.
“È terribile ascoltare questi racconti che ci rimandano alle peggiori pagine delle tragedie umane, dai campi di concentramento nazisti ai gulag staliniani. Queste donne hanno subito privazioni indicibili. Il Parlamento italiano opererà affinché questa pagina buia venga riconosciuta come genocidio”.

Commenti disabilitati su Iraq: Parlamento riconosca genocidio yazidi


Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Maurizio paladini: Io ci sono. Un partito di centro che guarda a sinistra....
  • Pippo Bufardeci: Caro Pierferdinando è l’impostazione che ha...
  • Giorgio Sorbara: Lucido, come sempre. Speriamo dia una mano.
  • Massimo Biondi: Forza senatore! Noi siamo ancora in tempo per salvarci e lei...
  • CAMILLA PAOLO: Alle Europee cosa VOTIAMO?
  • Enzo M.: Bravo Presidente, A difesa della democrazia e del voto...
  • Giorgio: Potrebbe il senatore Casini ricordarci quando il Parlamento avrebbe...
  • Adolfo Scarano: Avendo numerosi cugini i Caracas ed essendo nato li, vedendo...
  • Gianni: sempre lucida e attuale l’analisi ma si aspetta sempre da lei...
  • Gianni: Analisi come sempre perfetta, peccato che a suo tempo non sia stato...
udc tour