postato il 27 Settembre 2012 | in "Politica"

Il Paese ha ancora bisogno di Monti


Mi auguro che votando gli italiani diano un segnale chiaro di richiamare Monti in servizio permanente ed effettivo, perché il nostro Paese ha bisogno di questo Presidente del Consiglio, della sua credibilità internazionale e della sua capacità di affrontare problemi a lungo rinviati.

Pier Ferdinando 

24 Commenti

Commenti

  1. Ma non come Premier, per l’amor di dio.
    Un altro incarico prestigioso ma non premier.


  2. Sondaggio dal sole 24 ore

    Monti apre al Monti bis

    Risultato per: Il presidente del Consiglio Mario Monti ha detto, per la prima volta, che non si candiderà alle prossime elezioni ma è pronto a servire ancora il Paese. Sei favorevole al Monti bis?

    Si (80.67%)

    No (19.33%)
    ALLORA FORSE CE LA CAVIAMO! Cittadino.


  3. mio caro Casini , Lei ha detto una cosa di inaudita gravità…..
    ha detto che vorrebbe .. richiamare Monti in servizio effettivo permanente dopo le elezioni…
    EFFETTIVO E PERMANENTE ??????????… i dittatori esercitano in modo effettivo e PERMANENTE …..in democrazia sono i CITTADINI a scegliere NON IN MANIERA PERMANENTE i propri rapppresentanti….
    forse e’ meglio che lei spieghi questa frase infelice altrimenti si potrebbe dedurre che stiate preparandovi tutti ad un colpo di stato…..
    CHIARISCA !!!!!!!!!


  4. Perchè no? E perchè no come Premier? l’importante è che il cavaliere e i suoi compagni di merenda rimangano il più lontano possibile da Monti. Altrimenti non avrebbe nè il mio voto nè quello di molti altri italiani. Monti non deve essere la bella faccia e marionetta di berlusconi, Monti deve governare.


  5. Sondaggio del Messaggero: Monti bis? 55,1% SI – 43,1% NO – 1,8% NON INTERESSATO. Vuoi vedere che la crisi almeno una cosa buona c’ è la possibilità che la porti? Dopo circa 20 anni, il BUON SENSO forse ritorna in maggioranza in questo Paese! Cittadino.


  6. BRAVO PIERFERDINANDO CASINI, L’UNICO AD AVER AVUTO IL CORAGGIO DI DIRE SI’ A MONTI SENZA SE E SENZA MA !!! TUTTI GLI ALTRI HANNO DETTO NO OPPURE HANNO AVUTO PAURA A DICHIARARLO, A MOLTI NON CONVIENE, MA CHI AMA L’ITALIA VUOLE MONTI ! Renzi rifletti questa è vera, sana rottamazione, QUESTA è POLITICA GIOVANE !!!


  7. Bene Presidente, parole chiare e senza possibilità di fraintendimento.

    Anch’io mi colloco tra coloro che pensano che il governo Monti ci abbia salvati dal baratro e ci abbia restituito un minimo di credibilità sul piano internazionale. Sono anche nel novero di quei cittadini italiani che, lo dico in tutta sincerità, ne hanno abbastanza della malapolitica e del malaffare. Per questi motivi mi auguro di cuore che dalla prossima tornata elettorale esca vincitrice una coalizione di governo, che operi nel segno della continuità e prosegua nel risanamento e rilancio del Paese.

    Tuttavia, è bene non dimenticarlo, bisogna altrettanto sinceramente riconoscere che fino adesso il peso di tutti i sacrifici richiesti da Monti è ricaduto interamente sulle spalle solo della parte onesta della società. L’Italia è un Paese in cui (ahimé) evasione ed elusione fiscale sono fenomeni “di massa”. Pertanto sarebbe il caso che venisse affrontato anche questo tema in maniera seria e decisa.
    Tutti i cittadini devono fare la propria parte e non è più tollerabile che ci siano così tanti furbi e disonesti che scaricano costi e sacrifici sugli (stupidi?) onesti.
    Perché è vero che in Italia c’è ancora ricchezza, ma non si trova certo nelle tasche dei pensionati o dei lavoratori dipendenti!
    Perciò riforma fiscale e perequazione sociale sono temi che devono essere affrontati con serietà e determinazione. A mio parere questo, insieme alla riforma del lavoro e al rilancio degli investimenti (pubblici e privati), sono la sola strada per risanare i conti pubblici e uscire davvero dalla crisi.

    Cordiali saluti.


  8. Buongiorno, presidente

    Lei afferma che gli Italiani hanno ancora bisogno di Monti. Forse, le rispondo io perchè, mentre ascolto ciò che sta facendo Hollande in Francia (tassazione pesante per chi supera i 150.000 euro di reddito da investire sulla scuola) , in Italia non si accenna a niente di tutto questo. Mentre i suoi fan acclamano per il sondaggio positivo ottenuto da un eventuale Monti bis, ci sarebbe da chiedere a chi è stato posto il quesito.
    (Sembrerà un fuori tema, ma dopo ci si accorgerà che è perfettamente in tema.)
    Io accuso il cav. di tutte le cose storte avvenute in Italia negli ultimi vent’anni, ivi comprese le catastrofi naturali (paradossalemnte). Ma certo una cosa non gli potrò mai perdonare: l’avere introdotto in Italia la mania dei sondaggi proprio per ottenebrare la capacità del libero pensiero dei cittadini, riducendoli a “masse” di persone.
    “Forse” a questa nefanda abitudine si appellano ancora i partiti; ma “forse” gli Italiani stanno cominciando a capire. Per questo le voglio dare un suggerimento: non si fidi poi tanto dei sondaggi, gli elettori hanno imparato ad essere, dietro insegnamento di voi politici, dei voltagabbana. Stamme accuorti!
    Una citoyenne


  9. @gattestro

    Solo dei gonzi totali possono pensare che il problema dell’italia siano l’evasione e l’elusione quando abbiamo ormai raggiunto il record mondiale di pressione fiscale (grazie anche al signor Monti che tu identifichi come il salvatore della patria).Se magari ti studiassi la curva di laffer (nel caso non lo sapessi laffer è stato il consigliere economico di Ronald Reagan), capiresti che quando si oltrepassa una certa soglia di pressione fiscale, l’evasione diventa un fatto fisiologico.Tra l’altro non si capisce che cosa cambierebbe se si recuperassero i soldi dell’evasione;i cittadini certamente non ne trarrebbero alcun beneficio (dal 2006 al 2011 sono stati recuperati 50 miliardi di euro evasi e non un singolo centesimo è stato restituito ai cittadini sotto forma di minori imposte), mentre i politici avrebbero a loro disposizione una torta molto più grande da spartirsi.Ciò vorrebbe dire che i vari Fiorito, Lusi, Belsito si moltiplicherebbero in maniera esponenziale.Anche Beppe Grillo ha affermato che se tutti pagassero le tasse l’unica conseguenza sarebbe che i politici ruberebbero il doppio di quello che rubano oggi.
    A questo proposito vorrei ricordare cosa disse un premio Nobel come Milton Friedman in un intervista rilasciata al corriere della sera circa 18 anni fà:

    “l’ Italia e’ molto piu’ libera di quel che voi credete, grazie al mercato nero e all’ evasione fiscale. Il mercato nero e l’ evasione fiscale hanno salvato il vostro Paese, sottraendo ingenti capitali al controllo delle burocrazie statali.E per questo io ho piu’ fiducia nell’ Italia di quel che si possa avere dalle statistiche. Il vostro mercato nero e’ un modello di efficienza. Il governo un modello di inefficienza. In certe situazioni un evasore e’ un patriota.”


  10. Dato che Hollande non può evidentemente venire a governare anche in Italia, non è ancora dato di sapere CHI dovrebbe essere il suo omologo italiano secondo chi ha le risposte giuste a tutti i problemi della nostra disastrata società. Sempre solo chiacchiere al vento senza possibili alternative da scegliere, inutili chiacchiere da salotto che lasciano tutto iltempo che trovano. Cittadino.


  11. @Gloria, lei ha forse scordato di prendere in considerazione il significato della parola SERVIZIO. Basta che lo faccia è non c’ è bisogno di alcuna ulteriore spiegazione. Cittadino.


  12. Mi chiedo a cosa servirà sperperare milioni di euro per indire pubbliche elezioni se il risultato è già praticamente scritto : Il monti-bis, perchè per acclamazione divina, sarà chiamato a salvare l’Italia.
    Ci costringeranno, prima delle votazioni, a chiedere aiuti europei per legarci mani e piedi. Quindi se la sovranità pèopolare è cancellata, l’atuodeterminazioni pure, la politica oltre a far sopravvivere se stessa, non serve a nulla, perchè andare a votare ?? Dichiariamo lo stato di emergenza ed accettiamo la dittatura del consiglio di facoltà della bocconi …. lunga mano delle banche internazionali e dei faccendieri.


  13. @citoyenne: premesso che su hollande circola una bufala colossale (che inizia con l’incipit “ecco cosa ha fatto hlland ein 65 giorni…” e poi tutta una serie di atti mai neanche discussi in parlamento, figuriamoci averl iresi operativi), si sta vendendo per acquisito un provvedimento (la tassazione extra) che deve ancora essere approvato dal parlamento francese.
    Aggiungo una precisazione: la tassazione extra di hollande colpirebbe solo i redditi per la aprte eccedente il milione di euro, cioì la tassazione va a colpire chi guadagna più di 1 milione di euro l’anno. se per caso io guadagnassi 1,5 milionidi euro, la sovratassa mi colpierebbe sulla parte che eccede il milione di euro, quindi sullo 0,5.
    Detto ciò, parliamo di una fetta di popolazione davvero molto piccola.
    infine sottolineo una cosa: siamo sicuri che non andrebbero all’etero? pare che già i primi fuggitivi francesi, verso le spnode inglesi, ci siano.


  14. … presidente Casini, vado da tempo dicendo nel suo blog, suddiviso in una miriade di argomenti, alcuni dei quali vengono purtroppo trascurati dalla redazione, che non c’è più spazio, al momento, per liti e controversie tra partiti o poteri pubblici … liti che, anche se hanno un qualsivoglia fondamento, come, da ultimo, quella tra il presidente Berlusconi ed il presidente Fini, non interessano ormai più di tanto l’opinione pubblica, attanagliata com’è dalla grave crisi economica che incombe inesorabile, come una mannaia, sulla testa di ognuno di noi … bisogna mettere mano con urgenza ad un patto abc, da presentare subito all’elettorato, che preveda la necessità della continuazione anche per la prossima legislatura dell’attuale governo tecnico con due precisi compiti a carattere generale … 1] il risanamento dei conti pubblici con l’azzeramento del debito statale e 2] le riforme essenziali per l’adeguamento dell’antiquato modello della costituzione italiana a quello più agile ed efficiente di stile europeo …

    … a Lei personalmente raccomando, ovviamente, di portare a termine il più presto possibile la nobile azione intrapresa pro risparmiatori statali alitalia [“Alitalia, la voce dei risparmiatori”], sfociata nella proposta di legge 4478 Compagnon + 12 del 30.06.2011, al fine di evitare che passi alla storia una specie di frode, più unica che rara, troppo grossa ed eclatante per essere digerita, che ha colpito impunemente oltre centomila investitori privati, i quali, sulla spinta di promesse pubbliche diramate durante la campagna elettorale del 2008, hanno creduto ciecamente nell’azione del Ministero del Tesoro, che in quel tempo gestiva la nostra compagnia aerea di bandiera, investendovi intere buonuscite …


  15. @Manuel, dare del gonzo totale a chi la pensa in maniera diversa è totalmente inaccettabile in uno scambio di idee fra persone civili ed intelligenti. Per quanto riguarda poi le sue teorie, avallate da premi nobel ed economisti, sono di certo da prendere inconsiderazione, ma se qualcuno, come è possibile, non le condivide, che ne direbbe se le desse del gonzo totale? Comunque se sono sostenute anche da Grillo, prossimo Nobel per il vaffa, sono di certo da seguire ad occhi chiusi (salvo poi trovarsi in fondo al burrone). Cittadino.


  16. Buongiorno

    Mio padre usava dire: ogni questione va sempre vista da destra, da sinistra e dal centro. Io non so a quale delle tre categorie appartenga quanto sto per postare, ma lo faccio solo per dire che ci sono persone che non vedono tanto chiaro e limpido questo governo Monti:

    “LESTOFANTIASI KASHERIANA · sabato, 29 settembre 2012, 7:07 pm

    Rischio Calcolato fa una stima per difetto di un BUCO di altri 10 miliardi di euro nei conti pubblici a causa di minori entrate fiscali previste e minori entrate contributive previste.
    Infine abbiamo la previsione di -1,02% del PIL Nominale 2012 (ovvero non corretto per gli effetti dell’inflazione): patetico, semplicemente patetico. Ovviamente in malafede. Anche in questo caso è impossibile che improvvisamente si inverta una tendenza che vede il PIL NOMINALE scendere trimestre su trimstre di 2 miliardi di euro. (sta avvenendo da 4 trimestri consecutivi).
    Rischio Calcolato fa una stima per difetto di un PIL Nominale 2012, in discesa fra -1,3% e -1,6%. E dunque di una discesa del PIL Reale fra -2,9% e -3,3% (e non -2,6%)
    Sembrano piccole variazioni, ma in realtà sono gigantesche se si pensa che si basano su 7 mesi di dati acquisiti e solo 5 mesi di previsione.
    Il Governo Monti
    a) Ha fatto crollare il PIL: nel 2012 chiederemo al -2,5/-2,7% (ben il 2,0-2,5% meno della media UE, mentre da 15 anni crescevamo meno della UE dello 0,7/1,0%)
    b) Ha creato 800.000 nuovi disoccupati, 200.000 nuovi cassaintegrati, fatto passare 400.000 lavoratori al full time al part time
    c) Ha fatto crollare la produzione industriale, i consumi, gli investimenti
    d) Ha fatto peggiorare brutalmente le finanze pubbliche: il debito cresceva nel 2010 e 2011 di circa il 2% all’anno, con lui +7% (dal 120 al 127%), ed il deficit e’ sempre quello
    Il Governo Monti e’ una sciagura. La sciagura sta nelle politiche suicide adottate (manovra recessiva basata all’85% sulle tasse).
    E per buon peso: Preparatevi perché tra pochi mesi noi cittadini e l’Europa ci renderemo conto che il Governo Monti tarocca palesemente i conti e che abbiamo un uletrore BUCO di BILANCIO di 10 miliardi di euro non ancora rendicontato.
    p.s. vi preghiamo di diffondere il più possibile questo post, riteniamo un fatto gravissimo e lesivo della fiducia dell’Italia sui mercati che il Governo in Carica faccia previsioni palesemente false. Queste “previsioni” saranno portate con tutta probabilità nei consessi comunitari e del FMI a supporto della credibilità dell’Italia. NON DEVE ACCADERE. Se si scoprisse ex-post una pratica di palese e rozzo maquillage sulle previsioni dei conti pubblici le conseguenze sarebbero catastrofiche.
    rischiocalcolato(.)it”

    Pareri diversi ce ne sono tanti, basta saperli leggere e rispettare.
    Ma mi chiedo anche come mai l’establishment sia quasi tutta con Monti? E che cosa ci ha a che fare il presidente Casini con l’establishment? Non sarà per caso che il suocero, tale Caltagirone, lo influenzi in questo senso?
    Comunque io continuo ad insistere: se le politiche finanziarie adottate da questo governo, in un molto prossimo futuro, risultassero vane, su chi resterebbe il peso delle decisioni prese? Il governo è fatto di tecnici, dicono, per cui tutti risponderebbero che hanno tentato di salvare l’Italia e l’Europa, anche se si sono scordati degli Italiani e degli Europei, quindi su di loro nessuna colpa. Ma gli indefessi sostenitori di questo governo sarebbero in grado di assumersi le loro responsabilità?
    Una citoyenne


  17. MA GLI INDEFESSI DENIGRATORI DI QUESTO GOVERNO SONO IN GRADO DI DI FARE UNA SCALA DI VALORI RIGUARDO ALLE FONTI CHE NE GIUDICANO L’ OPERATO? QUELLO CHE ASSERISCONO I RESPONSABILI DEI GOVERNI OCCIDENTALI, IL FMI, L’ UE ETC. HA LO STESSO VALORE DI QUANTO SOSTENUTO DA “RISCHIO CALCOLATO”? COSA C’ ENTRA CALTAGIRONE CON IL FATTO CHE SE NON SI FOSSE INSEDIATO QUESTO GOVERNO ORMAI CI TROVAVAMO CON LE PENSIONI E GLI STIPENDI DIMEZZATI COME IN GRECIA? VOGLIAMO RENDERCI CONTO CHE IN QUESTI ULTIMI 20 ANNI SIAMO STATI GOVERNATI ALTERNATIVAMENTE DA DUE BANDE FORMATE DA SQUALI E DA PERACOTTARI, SENZA PRINCIPI E SENZA ADEGUATA PREPARAZIONE POLITICA ED ECONOMICA? VOGLIAMO RICOMINCIARE AD USARE UN PO’ DI BUON SENSO O VOGLIAMO ROVINARE DEFINITIVAMENTE QUESTO PAESE? CITTADINO.


  18. MA non così…la rai non si tocca…il decreto anticorruzione fa fatica a passare…di conflitto d’interessi neanche a parlarne…insomma con Monti sì ma non con i servi di Berlusconi come ora


  19. @Manuel

    E’ ovvio che elusione ed evasione non sono il solo ed unico problema del nostro Paese. Non sono così ingenuo da pensare che ridurre questi fenomeni porti l’Italia in paradiso. Tuttavia in questo momento scontiamo una crisi più dura di altri paesi europei anche e perché abbiamo un debito pubblico troppo elevato. L’equazione è semplice: lo Stato spende più di quanto incassa. Riducendo questa forbice, si attenuerebbe il problema e la crisi diventerebbe più sostenibile, garantendo tempi di ripresa più rapidi. Finora il rimedio è stato il salasso dei contribuenti (onesti).
    Mi sono limitato a dire che questa, secondo me, non è la strada giusta. Mettere le mani in tasca solo ad una parte dei cittadini non è solo eticamente ingiusto. Questo ha anche un effetto pesante sulla capacità di spesa di una parte rilevante della popolazione, con il risultato di una contrazione e riduzione dei consumi.
    Per quanto riguarda i 50 miliardi recuperati in 5 anni a cui lei si riferisce è bene dire che sono una goccia nel mare. Basta che lei cerchi un po’ in rete per vedere che solo nei primi sei mesi di quest’anno è stata stimata una evasione che NON ha portato nelle casse erariali circa 180 miliardi di euro.
    Perciò il fenomeno ha un peso tutt’altro che irrisorio.

    Inoltre le faccio notare che nel nostro Paese l’evasione fiscale NON è un problema recente, ma annoso ed endemico e certamente non dipende soltanto dal grado di pressione fiscale, ma anche da un diverso atteggiamento culturale, più individualista e meno portato al senso di appartenenza. In altre parole ci sono molti italiani che hanno già fatto la loro secessione personale dallo Stato, di cui godono i servizi senza in cambio pagare le tasse.
    Certo che accanto a questo vanno aggiunte inefficienze, sprechi, corruzione, criminalità organizzata, malaffare e malapolitica (lo dico spesso anch’io nei miei commenti). Ma mentre elusione ed evasione si potrebbero combattere efficacemente e abbastanza rapidamente con una riforma fiscale, le altre problematiche richiedono senz’altro tempi più lunghi.

    Infine per quanto riguarda la classe politica direi che è evidente e più che ovvio che si debba cambiare radicalmente rotta. Se l’Italia non vuole fare la fine della Concordia è bene rimuovere il più rapidamente possibile Schettino e il suo staff dallla sala comandi e metterci persone valide, serie ed oneste. Ma qui il discorso cambia e si entra nel campo opinabile delle soluzioni politiche.

    Cordiali saluti da un gonzo (secondo lei ).


  20. @Manuel: peccato che la curva di laffer sia uns costruzione logico-ipotetica che mai è stata adottata e mai ha avuto una dimostrazione matematica che ne supportasse la “logicità”.


  21. Buongiorno

    cvd (come volevasi dimostrare). Il prof. Monti sta provvedendo alla ristrutturazione dell’Europa e del mondo, gliene rendiamo atto. Ma forse si è scordato che, per volere del PdR, è premier in Italia. Quello che sarebbe accaduto se non ci fosse stato Monti non è dato sapere perchè appartiene al mondo delle ipotesi. Gli squali e peracottari (che vuol dire?) che ci hanno governato negli anni passati sono gli stessi “personaggi” che vedo ancora oggi, con la differenza che al governo ci sono dei “tecnici”. Con la differenza che tutto quanto è stato fatto finora ha tradito per circa il 66% quanto è stato detto, al momento dell’insediamento di questo governo, perchè l’unica cosa che è stata applicata è “il rigore” per il popolo italiano, non certo per l’élite. Quindi finiamola di foderarci gli occhi con il prosciutto. Basta andare in giro e non stare nei palazzi per sapere come è stata ridotto il Paese Italia.
    Una citoyenne


  22. e brava citoyenne, condivido ..!!!!!. Questi vivono sulla luna e non in Italia. L’economia reale è a terra. A forza di tasse, tagli e stato di polizia per il ceto medio (che non eSisterà più) si è instaurata una spirale pericolosissima.
    Non sono neppure in grado di capire, ad esempio, che 21 miliardi di incasso per l’IMU rapresentano la perdita di migliaia di posti di lavoro nell’edilizia. Mancate entrate per imposte su compravendite e irpef e iva, per mancati guadagni che ennullano quasi totalmente l’imposta, che però crea disparità ed iniquità enormi. Insomma la cura è molto peggiore del male. Lo dicono i fatti e non le chiacchere ben poco lungimiranti. Steso discorso che la troppo pesante riforma delle pensioni. Basta vedere il problema esodati e il corllo delle nuove assunzioni.
    Di contro i costi della politica si tagliano per finta. Metà tra deputati e senatori sono inquisiti, indagati o condannati, ma stanno li a godersi stipendi e vitalizi e coltivando il loro orticello di malaffare.
    La prima cosa da fare e ridurre ad 1/3 i parlamentari,cons. regionali, etc. e limitare a 2 mandati massimi. Perchè la politica non deve essere un mestiere e non si devono creare connivenze tra affari e politici. Ma ovviamente non si farà mai.


  23. Buonasera, Guido

    Se risponde al vero la notizia del 2008, data da Il sole 24 ore, che i costi della politica sono più di 120 miliardi all’anno, io avrei fatto diversamente: decurtare del 50% tali costi ed investire il risparmiato a decurtazione del debito pubblico per non essere inseguiti dallo spread. Mettere un tetto agli stipendi dei super manager di stato, cioè non superare i 100.000 euro; mettere un tetto alle superpensioni, cioè non possono superare i 75.000 euro; annullare i vitalizi futuri e ridurre del 70% quelli esistenti; ecc. Con questi risparmi si sarebbe potuto scalare il peso fiscale. Fare infine quello che è stato fatto in primis: riforma pensionistica e del lavoro. Avremmo potuto accettare i sacrifici che ci sono stati imposti.
    I sessanta miliardi (che sono ancora tantissimi) rimasti ai politici per i loro trastulli, se li spartissero pure a modo loro, perchè sono già assuefatti a giocare a ladri e ladroni.
    Una buona serata.
    Citoyenne


  24. sono ovviamente d’accordo su proposte di buon senso. Tra l’altro il problema della equità sociale non viene mai minimamente affrontato e le divergenze aumentano. In realtà lo stato italiano si è impegnato a ridurre del 3% annuo il debito. Sono circa 40 miliardi l’anno tra nuove e entrate e tagli !!. Una cosa folle e sensa senso, visto che sul fronte tasse il fondo del barile è già stato raschiato da tempo..
    Purtroppo l’esempio drammatico della Grecia che è in recessione da 6 anni e deve pensare a nuove manovre per sottostare ai voleri della germania/bce, non ci hanno insegnato un bel niente.
    E’evinete che a forza di tirare la corda, prima o poi si strappa.




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Mario Dereviziis: Auguri caro Presidente Casini. In parlamento si è...
  • Giuseppe Leporini: La saggezza di un leader vero. Grande Pier!
  • Francesco66: Di e cose sacrosante. Ma Intanto vediamo.
  • angelo lucisano: condivido pienamente,”i parlamentari,quelli ovviamente...
  • Fulvio: grande pier ferdinando , ciao, con amicizia,,, c’ero anche io...
  • Pippo Bufardeci: Pier, la classe non è acqua. Hai chiaramente evidenziato la...
  • Edgardo: Sono convinto che gli insulti da chiunque parte vengano non creano...
  • Giuseppe: Condivido parola per parola il ragionamento di un uomo di...
  • Pippo Bufardeci: Perfetto, Pierferdinando non si può gestire solo la...
  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
udc tour