postato il 24 Febbraio 2012 | in "Economia, Politica"

Liberalizzazioni, andare avanti con forza

Indecente assedio lobby e corporazioni

Sulle liberalizzazioni il Governo deve andare avanti con forza, perché si chiedono sacrifici ai cittadini e non si puo’ aver scherzato. Il Parlamento deve rafforzare il provvedimento, non indebolirlo: i partiti che diventano cassa di risonanza delle categorie mancano un altro appuntamento importante con i cittadini. Bisogna quindi andare avanti con coraggio. C’e’ un assedio delle lobby e delle corporazioni quasi indecente, ma con questa logica non si migliora.

Pier Ferdinando

2 Commenti

Commenti

  1. Giusto, non bisogna fermarsi in mezzo al guado, avanti con le liberalizzazioni, … ma si facciano proprio tutte, e che non siano solo un pretesto per favorire invece le lobby dei più forti.
    Desidero solo aggiungere una considerazione, legata alla mia esperienza personale, in merito alle corporazioni. Io sono iscritto ad un ordine professionale, ebbene spero che gli ordini vengano aboliti, se non si è in grado di riformarli efficientemente.
    La rappresentatività degli ordini rispetto ai liberi professionisti, è scarsa se non nulla. Praticamente i consigli degli ordini, sono composti a grande maggioranza, da dipendenti pubblici, soprattutto funzionari di amministrazioni pubbliche, i quali grazie alle innumerevoli conoscenze acquisite nell’esercizio del pubblico ufficio, e soprattutto grazie alla posizione di forza che ricoprono, riescono a farsi votare sempre. Ebbene, questi signori hanno le tessere sindacali della CGIL ecc., che rappresentano e tutelano i loro interessi, e nel contempo pretendono loro di rappresentare e tutelare i liberi professionisti, i risultati sono il blocco del funzionamento degli ordini diventati carrozzoni obsoleti, utili solo alle carriere politiche dei furbi. I liberi professionisti ad eccezione di qualche sparuto sindacato, non sono assolutamente rappresentati, anche in questa ultima vicenda che li vede coinvolti.


  2. Presidente Casini, sono un famacista dipendente e per giunta ora disoccupato, lei sta dimostrando, come nessuno, una grande serietà, una responsabilità costante e non influenzata da logiche di apparente convenienza. Le liberalizzazioni (mi riferisco al riassetto delle farmacie) sono un punto fondamentale. Le farmacie sono in mano a pochi privileggiati, sono ereditarie, lo stato non guadagna da farmacisti collaboratori mal pagati o disoccupati, questi provvedimenti mettono in moto un sistema di crescita importante, piu impiego vuol dire piu tasse pagate e maggiori consumi che creano altro impiego e altre tasse per lo stato. I cittadini devono rinunciare a tutto ciò per poche persone abituate a non rinunciare a nulla? Quello sulle farmacie è una riforma ben pensata, equilibrata e per nulla pesante per il sistema, chi scrive lavora come farmacista da anni; certo si distribuisce un po il fatturato, ma sicuri che con quorum a 3000 lavorano bene tutti. Spero che alle prossime elezioni, On Casini, e ne sono certo, che venga premiato il suo comportamento serio e coerente. Votavo PDL ora voterò UDC. La ringrazio davvero per dare una mano a tutti noi collaboratori che attendiamo un po di respiro per la nostra vita professionale ed economica (prendiamo 1200 euro al mese).




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Mario Dereviziis: Auguri caro Presidente Casini. In parlamento si è...
  • Giuseppe Leporini: La saggezza di un leader vero. Grande Pier!
  • Francesco66: Di e cose sacrosante. Ma Intanto vediamo.
  • angelo lucisano: condivido pienamente,”i parlamentari,quelli ovviamente...
  • Fulvio: grande pier ferdinando , ciao, con amicizia,,, c’ero anche io...
  • Pippo Bufardeci: Pier, la classe non è acqua. Hai chiaramente evidenziato la...
  • Edgardo: Sono convinto che gli insulti da chiunque parte vengano non creano...
  • Giuseppe: Condivido parola per parola il ragionamento di un uomo di...
  • Pippo Bufardeci: Perfetto, Pierferdinando non si può gestire solo la...
  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
udc tour