postato il 8 Dicembre 2011 | in "Giovani, In evidenza, Lavoro e imprese, Riceviamo e pubblichiamo"

La manovra incentiva l’assunzione di donne e giovani

Giovanni Villino racconta, a modo suo, le novità presenti nella manovra:

Se mi assumete potete dedurre 15.200 euro

Il testo ufficiale della manovra varata dal governo Monti fa emergere piacevoli novità. Una di queste è contenuta nell’articolo due che potete leggere qui. Cari datori di lavoro, non lasciatevi sfuggire questa occasione:

Le imprese che assumeranno donne e giovani sotto i 35 anni a tempo indeterminato avranno la possibilità di dedurre 10.600 euro per ogni donna e giovane sotto i 35 anni assunto a tempo indeterminato. Lo sconto sale a 15.200 nelle regioni del Sud. Le imprese interessate allo sconto maggiorato, a 15.200 euro, sono quelle che assumeranno giovani a tempo indeterminato sotto i 35 anni o donne in Sicilia.

12 Commenti

Commenti

  1. Forte Giovanni, ma queste sono notizie.


  2. scusi Villino, ma non crede che il lavoro, come qualunque altra merce dovrebbe essere lasciato libero di essere ricercato, acquistato e pagato secondo i criteri del mercato libero ?
    come dice ? che questo produce o produrrebbe disoccupazione, precariato, sfruttamento, evasioni contributiva, lavoro nero ? ah !! vero ha ragione.
    Ma allora ? di 60 anni di finta democrazia e leggi e normative sul lavoro, se questi sono i risultati che abbiamo intorno (sfruttamento, lavorio precario, pensioni invisibili, ecc…) cosa dobbiamo pensare ?
    Io credo che l’idea di prendere con una mano le briciole che sono rimaste ai cittadini e ai loro risparmi, per darle con l’altra a un mercato (quello del lavoro, di cui le parla) o quello delle PMI e delle Infrastrutture (di cui parla il Pezzati che ogni volta che gli scrivo, o mi sommerge di numeri inutili, o mi da dell’anarchico,o rimane senza risposte) è DIABOLICA. I mercati, compreso quello del lavoro, dove si da l’autorizzazione o si invocano addirittura attori estranei senza capitali propri (lo stato e i suoi numerosi parassiti), sono solo rovinati e mandati in fallimento. Come assistiamo e non da oggi in Italia, anche al mercato del lavoro. Che mi dice ? dobbiamo rallegrarci di quello che la nuova finanziaria prevede di ottenere o dobbiamo solo assistere attoniti e incavolati neri, per altre criminali decisioni che lei colora di rosa, spero inconsapevolmente.
    Cordialità
    A.T.


  3. Ho 41 anni sono laureato in chimica industriale e vivo a Bologna. Sono disoccupato senza alcun tipo di ammortizzatore sociale perché in precedenza ho lavorato con contratti a progetto. Con i nuovi sgravi fiscali per gli under 35 e le donne sarò completamente estromesso dal mercato del lavoro. La nuova riforma va a creare dei vantaggi a favore di una classe sociale debole ma a discapito di chi? A discapito degli uomini over 35 che in questo momento sono senza lavoro disoccupati e senza alcun tipo di ammortizzatore sociale e incentivo all?assunzione che verranno di fatto gettati nel baratro.
    Mi spiego meglio In Italia ci sono tre fasce sociali, chi lavora, chi è in mobilità e gode di incentivi all?assunzione e chi non lavora e non ha alcun tipo di incentivo. Questa riforma creerà all?interno dell?ultima fascia un livellamento creando di fatto altri due livelli cioè donne e uomini under 35 nuova terza fascia e uomini over 35 disoccupati che verranno di fatto espulsi dal mercato del lavoro.
    Il decreto non creerà nuova occupazione ma solo la definitiva morte della speranza per una categoria sociale già distrutta.
    GLI SGRAVI VANNO ESTESI A TUTTI I LAVORATORI DISOCCUPATI, se no sarà la fine per tante persone.
    La disoccupazione giovanile si è creata perché negli ultimi anni perché non sono stati creati posti di lavoro ma chi è disoccupato a 40 anni cosa deve fare? Come si può sentire? Non si era parlato di equità?
    Io sinceramente a 41 anni con una laurea ed altri quattro titoli di studio mi sento un uomo finito e con me tanti altri miei coetanei che magari hanno dei figli o devono pagare il mutuo.
    Ripeto questa misura andrà a colpire non chi lavora o è in mobilità ma l?ultima fascia sociale di disoccupati che non lavorerà mai più.


  4. Egr.Andrea,
    Leggo quello che scrive e non rimango indifferente anche se con 12 anni più di te e con una libera professione e partita iva sempre più minacciata. Ma ti prego non fare l’errore di credere che la soluzione tua e dei tanti come te, sia l’estensione degli sgravi ad altri lavoratori. Quegli sgravi verranno pagati da gente come me e tanti altri che ancora producono ma che sono sempre più sfiduciati e demotivati a lavorare, investire. Chiedi la libertà da questo cancro che è lo stato assistenzialista, interventista che ha azzerato il merito, promesso diritti a tutti a parole, e ha rovinato il mercato in genere, compreso quello del lavoro, con le conseguenze che racconti e conosci bene sulla tua pelle. CHIEDI MENO STATO E MENO TASSE. Se l’italia avrà il coraggio di ridurre le tasse e l’invadenza dello stato dalla vita dei cittadini, si interromperà la china economica cominciata nei primi anni 80, e ci sarà ancora speranza per tutti. Ma ti prego, chiedi la libertà e non altre catene come quelle che già ti fanno portare a polsi e caviglie per la situazione che ti ringrazio di aver raccontato. Leggi cosa scriv e chiedo giusto a Villino l’autore del mirabolante omelia, e a Casini in persona oggi, a fronte dell’intervista stupefacente, che ha rilasciato a qualche giornalista del corrierone.
    Cordialità, Andrea.
    A.T.


  5. vero notizie, nessuno se ne era accorto !! appendiamole alle palle dell’albero di natale, e poi conserviamole per l’uovo di pasqua 2012. Ah ah Ah !!


  6. Gentile Antonino,
    sono per lo più d’accordo con quanto da te scritto.
    Ti assicuro che non c’è alcun tentativo di colorare di rosa la realtà.
    Chi mi conosce sa che amo sorridere.
    Volevo evidenziare una notiza con un pizzico di ironia. Concedimelo.
    Da manovale flessibile dell’informazione, qual io mi definisco, vivo una vita piena di incognite. E il sorriso alle volte è una simpatica via d’uscita.
    Un abbraccio,
    Giovanni Villino

    Ps. Grazie allo staff 🙂


  7. Ok, l’ironia mi era sfuggita ma non guasta mai.
    Un sorriso ci sta pure meglio, ma ogni tanto meglio digrignare i denti.
    Tanto fra un pò li digrigneremo per forza, per la fame e il freddo. Leggi quello che scrive Andrea da Bologna a 41 anni chimico industriale.
    Cordialità
    A.T.


  8. caro andrea, comprendo tanto bene il tuo disagio e sono arrabbiatissimo anche io che da nove anni mi batto con la associazione di cui ne sono presidente ( http://www.lavoro-over40.it) per rivalutare il lavoro degli Over 40 disoccupati e per il loro reinserimento. Tutte le classi politiche si sono dette attente al problema, hanno stimolato anche a fare disegni di legge che abbiano presentato ( anche all’UDC). Tutto è rimasto lettera morta. Ora con gli incentivi agli over 35 si dà un’ulteriore botta a questa sfortunata classe di lavoratori. Ma siamo sicuri che ai nostri politici interessi qualcosa aiutare i lavoratori e non pensino solamente alla loro sedia? Siamo sicuri che i “professori” siano veramente capaci di comprendere il fenomeno sociale associato alla mancanza di lavoro per gli over 40 oppure non stiano facendo solo un esercizio dall’alto delle loro teorie macroeconomiche che mno tengono conto della vita dei cittadini?
    Forse ha ragione Antonino a dire che la soluzione è livberalizzqare il lavoro e ridurre le tasse, Ma saremo capaci di farlo?
    Giuseppe


  9. MANDIAMO a casa con la forza questo governo goldman sacks/massoneria che ci ridurrà tutti in miseria salvando solo gli interessi delle grandi banche di cui sono dipendenti e servitori.
    POLITICI SVEGLIATEVI !!!


  10. Ho cominciato a lottare contro questa cosa tre anni fa. Posso garantire che non è cambiata una virgola, e probabilmente mai cambierà. Il dato di fatto è che gli annunci di lavoro sono rivolti alla mobilità o categorie protette, quelli che sono stati fottuti dalla legge Biagi rimangono fottuti. Non credo che questa legge cambierà nulla per le donne, semplicemente perchè c’è una mentalità troppo radicata sul non assumere un over 35, si tratta di un motivo culturale, viviamo in un paese marcio e retrogrado. Io mi auguro di trovare all’estero dove, Spagna e Grecia escluse, sicuramente questo marciume non esiste.

    Sara


  11. le aziende venete stanno assumendo o per mobilità o per categorie protette.

    queste sono le agevolazioni che spettano ad un’azienda che assume in mobilità:

    . REGIME GENERALE.

    Le aziende che assumono lavoratori posti in mobilità beneficiano di particolari agevolazioni contributive.

    Possono accedere a tali agevolazioni le aziende che non abbiano effettuato nei 12 mesi precedenti riduzione di personale avente la stessa qualifica dei lavoratori da assumere.

    Le assunzioni possono avvenire secondi diversi schemi contrattuali:

    con contratto a termine per non più di 12 mesi, anche part-time: in tal caso, i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro sono quelli previsti per gli apprendisti;

    con contratto a termine, trasformato a tempo indeterminato prima della scadenza, anche a part-time: in tal caso, per ulteriori 12 mesi, i contributi a carico del datore di lavoro sono quelli dovuti per gli apprendisti;

    con contratto a tempo indeterminato, anche a part-time: in questo caso, i contributi dovuti sono quelli previsti per gli apprendisti, per un periodo di 18 mesi.

    Cio’ significa che finchè le aziende si troveranno disponibilità di persone in mobilità, che prevede anche assunzioni a termine, nessuno andrà ad assumere con i nuovi incentivi e comunque, anche se l’iniziativa è riservata anche alle donne per esperienza diretta posso garantire che per un motivo culturale italiano, le aziende preferiranno sempre il profilo Junior sotto i 35. Ti rifileranno le seguenti scuse: il titolare/ capo è giovane; il profilo junior è piu’ elastico e flessibile. Alla fin fine non cambierà nulla, continueranno ad esserci i limiti di età negli annunci. Soluzione: guerra civile, avere qualcuno che inculchi la problematica a chi di dovere in tempi brevi perchè qui la gente stà letteralmente morendo di fame o andarsene all’estero. E credo che quest’ultima sia la piu’ rapida.


  12. per Andrea: vattene all’estero e di corsa. In Inghilterra/irlanda i profili alti sono apprezzati e ben pagati; InOlanda e germania ti prendono a braccia aperte. lascia stare Spagna.




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Mario Dereviziis: Auguri caro Presidente Casini. In parlamento si è...
  • Giuseppe Leporini: La saggezza di un leader vero. Grande Pier!
  • Francesco66: Di e cose sacrosante. Ma Intanto vediamo.
  • angelo lucisano: condivido pienamente,”i parlamentari,quelli ovviamente...
  • Fulvio: grande pier ferdinando , ciao, con amicizia,,, c’ero anche io...
  • Pippo Bufardeci: Pier, la classe non è acqua. Hai chiaramente evidenziato la...
  • Edgardo: Sono convinto che gli insulti da chiunque parte vengano non creano...
  • Giuseppe: Condivido parola per parola il ragionamento di un uomo di...
  • Pippo Bufardeci: Perfetto, Pierferdinando non si può gestire solo la...
  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
udc tour