postato il 21 Gennaio 2020 | in "Politica, Rassegna stampa"

«I giovani in piazza? È rischioso inseguirli, si fa il gioco della Lega»

Se lavora bene, l’esecutivo andrà avanti
L’intervista di Marco Imarisio pubblicata sul Corriere della Sera

«Bene le Sardine, sono davvero le benvenute, una ventata d’aria purissima nella politica italiana». Quando Pier Ferdinando Casini attacca così una chiacchierata, c’è sempre in arrivo un “ma” grande come una casa. Tanto vale esaurire la premessa e cominciare da qui.

Abbiamo qualche problema con le Sardine?
«Fatemi dire che ho letto tutte le loro interviste non potrei citare una cosa stupida che hanno detto, una sola».

E quando arriva questo “ma”?
«Eccolo. In Emilia-Romagna il voto riguarda la scelta fra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni. Negli ultimi mesi chi sostiene il presidente uscente ha fatto di tutto per rimarcare che l’unica scelta da fare è questa, non altre».

Arriviamo al punto?
«Non abbiamo alcun interesse a far passare il messaggio che sia un voto Sardine contro Salvini. Così si fa solo il gioco di quest’ultimo».

Chi sta giocando, in particolare?
«Non accuso nessuno. Ma dico che di buone intenzioni è lastricata non solo la strada che porta all’inferno, ma anche quella verso la sconfitta elettorale di Bonaccini».

Quali buone intenzioni?
«La rappresentazione mediatica che sta passando è quella della sfida tra due piazze, quella delle Sardine e quella di Salvini. Accettando questo schema, si fa il gioco di chi fin dall’inizio della competizione si è sforzato di dimostrare che quella dell’Emilia-Romagna era una partita nazionale».

Lo sta diventando?
«Se il problema e l’oggetto delle attenzioni di tutti è solo Salvini, si rischia di cadere nella trappola di chi sostiene che Bonaccini non conta nulla, proprio come la Borgonzoni. A quattro giorni dalla fine della campagna elettorale. Non mi sembra un gran risultato».

Lei crede che quello delle Sardine sia un bacio della morte?
«Le Sardine fanno le Sardine, agiscono per i loro interessi e le loro battaglie. Tutto legittimo. Ma per gli altri, non è intelligente andare dietro alle novità dimenticandosi i fondamentali di queste elezioni».

Li vuole ripetere?
«Un signore, Bonaccini, che ha fatto bene, contro una signora, Borgonzoni, di cui non conosciamo ancora le sue idee per la Regione. Non si dovrebbe uscire da questo canone».

Le piazze delle Sardine sono controproducenti?
«C’è questo rischio. Non dico che facciano male, perché aver riportato in piazza tanti giovani, può essere un fatto positivo anche per Bonaccini. Però la campagna elettorale è una cosa ben diversa».

La mossa delle Sardine di chiudere la campagna al Papeete è un assist a Salvini?
«Beh, siccome è un ulteriore passo verso la nazionalizzazione del voto emiliano-romagnolo, mi sembra difficile pensare il contrario».

Cosa può fare il candidato del centrosinistra?
«Non deve appiattirsi sulle Sardine, sul loro messaggio. Perché altrimenti rischia di contraddire il cammino di questi mesi. E la gente se ne accorgerebbe».

Le sardine come un’arma a doppio taglio?
«Se riuscissero davvero a svegliare e riportare alle urne elettori delusi del centrosinistra che non avevano intenzione di votare, sarebbe una grande cosa. Se per seguirle fino in fondo Bonaccini dovesse cambiare linea in zona Cesarini, sarebbe un danno».

Se cade l’Emilia-Romagna cadono anche le Sardine?
«Non mi faccia fare l’uccello del malaugurio. Auguri alle sardine di una vita lunga almeno come la mia, indipendentemente dal risultato di domenica».

Non crede che se “perdono” qui, dove sono nate, sarà per loro un colpo durissimo?
«Sì, ma in politica, e le Sardine fanno politica, i colpi a volte si possono anche prendere. Ma se c’è solidità e sostanza si resiste. Vedremo».

Se cada l’Emilia-Romagna cade anche il governo?
«Ammesso e non concesso che si perda, a volte certe sconfitte producono addirittura effetti opposti a quelli preventivati. E comunque la vita e la morte del governo dipendono dalla sua capacità di lavorare bene».

Commenti disabilitati su «I giovani in piazza? È rischioso inseguirli, si fa il gioco della Lega»


Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
  • PICINALI VITTORIO: Caro Casini. Allo stato esisterebbe quindi una DESTRA e un...
  • Lucia: Trovo che non ci sia stata troppa differenza tra sinistra e destra ma...
  • famoso salvatore: Cortesemente andate a salvare i dissidenti esteri , perchè...
  • GIANNA SERRA: mi piace ricordare il compianto GUAZZALOCA QUANDO PARLAVA DI...
  • Raffaele Reina: Complimenti sempre. Siamo cresciuti e cresciuti bene alle...
  • Pippo Bufardeci: E’ un’analisi perfetta. Lasciare ancora senza...
  • Pippo Bufardeci: Perfettamente in linea con la giusta strategia politica che...
  • Ezio Ordigoni: Credo che il Presidente Casini abbia delle ragioni
  • Lucia: Presidente lei è un ottimo intermediario e di mediazioni ne sa...
udc tour