postato il 29 Dicembre 2012 | in "Politica"

Si apre fase della responsabilità

Alla fiera delle promesse risponderemo con il coraggio della verità

Esprimiamo grande soddisfazione per la decisione del presidente Monti e per l’annuncio fatto ieri, un annuncio molto importante e significativo: la società civile, dopo tanto tempo di attesa critica, ha deciso di impegnarsi, mi verrebbe da dire di scendere in campo ma la parola giusta credo sia “salire” in politica.
Ci mettiamo alle spalle le promesse elettorali, il populismo, la demagogia e le finte rassicurazioni. Si apre una fase di responsabilità all’insegna della verità. Non è più possibile prendere in giro gli italiani, dire che si ha la bacchetta magica: il presidente Monti non la vuole avere, nessuno può averla.
Ora è importante che si cambi l’impostazione della campagna elettorale: si sta aprendo la fiera delle promesse e noi dobbiamo rispondere con il coraggio della verità. Lasciamo le promesse a chi è abituato a farle e a non realizzarle, a chi ha portato l’Italia sul baratro.

Pier Ferdinando

19 Commenti

Commenti

  1. Bene, si volta pagina, niente populismo e niente solite promesse elettorali, solo serietà e responsabilità, agenda politica non ideologizzata, ma dettata dalle priorità dei problemi concreti da risolvere, guardando sempre, con lungimiranza, al bene del Paese. Pensare di attuare questi obiettivi politici, con personaggi anche dell’Udc, avvezzi alle promesse elettorali, al malaffare, alla corruzione ed all’associazione mafiosa è a dir poco ipocrita demagogia anch’essa. Spero che si colga questa occasione per un drastico ringiovanimento anche della componente Udc, liberandoci da vecchie zavorre, che contrariamente a quanto si possa credere, con le loro politiche finalizzate unicamente a mantenere il controllo del partito a livello locale, fanno da tappo, impedendo nuovi ingressi e dissuadendo con i loro esempio quanti pur si riconoscono politicamente con le posizioni centriste liberali. Purtroppo, spessissimo questi soggetti, sono stati sostenuti ed aiutati nel loro intento, anche dalla segreteria nazionale del partito. Visto che le parole d’ordine sono onestà, responsabilità e verità, credo sia bene che la verità ce la diciamo tutta, senza ipocrisie, la credibilità si guadagna anche con candidati che ispirino fiducia, solo le parole non bastano.


  2. condivido quanto ha detto Francesco è necessario svecchiare per dare un futuro al partito chi ha già avuto molto si metta al servizio del progetto politico. La credibilità passa anche da questi atti concreti non bastano più le belle parole.


  3. Buongiorno, presidente

    Ma Passera se ne va veramente perchè voi dell’Udc non avete voluto la lista unisca anche alla camera? Buon viaggio!
    E il centro? (o centrino come lo ha definito non ricordo chi). Il centro ormai si salverà dalla disfatta, aggrappandosi alle parti basse del prof., ma in fondo era solo quello che lei voleva… (salvare la sua poltrona e quella dei suoi aficionados), alla faccia delle sue “battaglie” per la riforma della legge elettorale.
    Quanti voti potrà accumulare il neonato DC? (perchè di questo si tratta, ormai è certo!) arriverà al 15%? (ormai non si può più sperare che la benedizione vaticana incrementi granchè! L’Italia, che finalmente ha aperto gli occhi, è ormai è afflitta da un materialismo dirompente) sono proprio quelli che vi bastano per continuare a rompere gli attributi di chi arriva primo.

    Comunque, quello che emerge dal pastrocchio generale è che l’Italia, per l’ennesima volta (come ai tempi della prima repubblica, di cui lei, presidente Casini, è un gran nostalgico), sarà un Paese ingovernabile:
    1)Ingroia, con i suoi arancioni;
    2)il cav. con i “residuati bellici” del suo antico spendore;
    3)la Lega, troppo regionalizzata, per avere l’ambizione di sfondare;
    4)il centro con un raccogliticcio Monti, Fini, Rutelli (esiste ancora, Rutelli, oppure è solo pronto ad andare riscaldare una poltrona a Montecitorio?);
    5)il M5S che, alla stregua del suo centro, andrà n parlamento solo per rompere gli attributi di chi dovrebbe essere chiamato a governare;
    6)il partito di Giannino (non ricordo come è stato chiamato… tanto è famoso!) messo là solo per avere il benficio dei rimborsi elettorali;
    7)il partito di Tremonti, ipotetico alleato della Lega, al pari di quello di Giannino;
    8)la destra di Storace, ex alleato della Garnero Santanchè, che non si sa a che cosa ambisce;
    9)l’IdV al suo minimo storico che cerca di arrampicarsi sugli specchi;
    10)SeL che spera nell’alleanza con il PD per sopravvivere;
    11)il PD che accumula nomi importanti, ma non sono fino a che punto popolari (che ci azzecca, direbbe Di Pietro, Grasso con il PD?).
    Ho scordato qualche nuova formazione? bene chi ne sa qualcosa, la aggiunga.

    Ma quello che conta sapere di tutto questo “tracchiggio” è che i soliti noti, pur di non perdere remunerate poltrone, pur di non fare avanzare il “vero” nuovo che avrebbe raccolto un gran numero di voti, pur di continuare a depredarci, si sono tacitamente accordati per rendere ingovernabile il Paese, infatti non sono arrivati a riformare la legge elettorale.
    Chi se ne avvantaggerà?
    Buon anno, presidente
    Una citoyenne


  4. Caro Casini stai attento! Monti ritenendosi e facendogli ritenere di essere il salvatore dell’Italia non si limiterà certamente a volere mettere il naso nelle liste.
    ggc


  5. @citoyenne, ha dimenticato di menzionare fra le formazioni che saranno in campo (tutte chiaramente da schifare allo stesso modo) proprio la sua: perché naturalmente speriamo almeno che l’ unica persona perbene in questo disastrato Paese scenda o salga in campo. Cittadino.


  6. Secondo il mio modesto parere che scende o sale in campo E’ DA EVITARE.


  7. Ma lei è quel Casini del secolo scorso che approfittava di tutte le situazioni ora andando a destra ora andando a sinistra?Non le pare che la sua politica dei due forni non sarà premiata dagli elettori anche per aver come nuovo leader quel sig. Monti che senza aver avuto un solo voto,per intrigo del nostro carissimo presidente napoletano,ha potuto governare per 13 mesi impoverendo di più il popolo italiano?Inoltre, la sua prima azione politica è stata quella di prendere in giro il popolo italiano per aver detto per 12 mesi che il suo compito sarebbe finito con la fine della legislatura.E’ ormai una persona inaffidabile,il cui interesse è quello di fare il presidente della repubblica delle banane,e lei è uno dei maggiori rappresentanti.Speriamo che gli elettori puniscono lei ed il suo capo del momento!


  8. @fantapolitik, che pena! Cittadino.


  9. @ cittadino.
    Sei solo un cittadino servo dei politici disonesti che hanno governato l’Italia per decenni portandola al disastro economico a danno della collettività.
    Criticando i commenti come quello di “fantapolitik ” e anche i miei dimostri di essere un cittadino di serie B che desidera la permanenza dei delinquenti al governo del nostro paese.
    Per quanto riguarda Casini mi domando che cosa ha mai fatto di positivo in decenni e decenni che occuopa una poltrona in parlamento.
    Penso che come Rutelli, Fini e altri parassiti ha sempre pensato a rimpirsi le tasche con il denaro pubblico pagato dal popolo di lavoratori dissanguato da Monti anche con il contributo dell’UDC.
    Con cittadini come te ” cittadino” non si smantellerà mai la delinquenza politica sia di destra che di sinistra, e prevarranno sempre glòi interessi dei babbioni sovraccarichi di privilegi ultramilionari e disonesti.


  10. @ giangutt: invece tu dimostri di essere solo un qualunquista che non accetta critiche. Anzi direi un piccolo fascistello che non tollera chi non la pensa come lui…proprio come berlusconi. Sai mica SIlvietto sotto mentite spoglie???
    non sia mai…


  11. @giangutt, non merita alcuna risposta, fa solo una pena infinita constatare purtroppo l’esistenza di personaggi capaci solo di insultare da dietro un computer affermando nel contempo solo banalità e castronerie.


  12. Veramente quello che propone oggi Casini è veramente vergognoso : SI APRE LA FASE DI RESPONSABILITA’ – ma io mi domando il Casini in decenni e decenni di appartenenza ai governi che cazzo ha fatto ??? Ha sempre occupato una poltrona di responsabilità redditizia per le suae tasche. Adesso insieme al salvatore dell’Italia il vampiro Monti che in nome della spendig review ha aumentato la diccupazione, ha aumentato in disastroso le tasse, ha fatto chiudere migliaia di aziende o in alternativa hanno delocalizzato le fabbriche, ha reso più povere le famioglie dei lavoratori, ha creato migliaia di precari, cassintegrati e esodati, ha ridotto e bloccato le pensioni anche sociali . INSOMMA HA CALPESTATO LA DIGNITA’ DELLE FAMIGLIE ITALIANE CHE OGGI A SEGUITO DEI SUOI PROVVEDIMENTI NON RIESCONO AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE. E adesso insieme a lì’ex fascista Fini si associa e pretende di essere condiviso e votato alle prossime elezioni ?????
    Io credo che se l’Italia si trova nella situazione economica disastrosa la colpa è dei politici disonesti sia di destra che di sinistra che hanno governato il nostro paese per decenni. E qui includo il puttaniere Berlusconi con i suoi accoliti, il mordadella Prodi, il parassita D’Alema, e tutti i boiardi amministratori delle azziende pubbliche che si sono attribuiti redditi scandalosi e ultramilionari ” vedasi Cimoli che ha portato l?Alitalia al fallimento e anche Trenitalia ed è stato liquidato con 37,0 milioni di euro ” insomma tutti quei politici disonesti sia dei governi che dei comuni , regioni e province risultati ladri, tangentisti e parassiti del popolo.
    E ADESSO SI PARLA DI FASE DI RESPONSABILITA’ ??????’ la fase di responsabilità sii dovrebbe aprire allontanando dalla politica tutti i politici che sono stati ancorati alle loro poltrone disonestamente per decenni e decenni.
    Monti si paragona a De Gasperi ????? ma non sarebbe degno neanche di pulirgli le scarpe. De asperi oltre ad avere onestamente governato l’Italia l’ha portata fuori dal disastro causato dalla guerra. DE GASPERI ERA UN POLITICO ONESTO ORGOGLIOSO DI GOVERNARE ONESTAMENTE IL NOSTRO PAESE. —– MONTI – CASINI – FINI ????’
    sarebbe il trio del futuro disastro italiano.
    Se dipendesse da me il Fini lo scaricherei a Montecarlo nella casa ereditata dal suo partito e poi girata al cognato.
    E i politici che hanno governato per decine e decine di anni li manderei nelle miniere del SULCIS o alle acciaierie dell’ILVA a guadagnarsi “precariamente” 1.200,00 euro al mese.
    ALTRO CHE FASE DI RESPONSABILITA’


  13. Il vero problema della politica non è la legge elettorale “il porcellum” che pure avrà moltissimi difetti, ma le regole che stanno a monte.
    Due le più importanti : l’incadidabilità per chi è oggetto di indagine e soggetto di avviso di reato. Se non si può amministrare un condominio, con le nuove regole da poco adottate, a maggior ragione (spero) non dovrebbe sedere in parlamento.
    Seconda regola : La non eleggibilità assoluta dopo il secondo mandato. Solo così si potrebbe tentare di spezzare il giro di intrallazzi che ogni politico si porta dietro. I mister 10000 preferenze, come minimo mantengono il paese (o la zona) in cui sono votati e hanno un gruppo di imprenditori di assalto da mantenere con appalti e favori, che gli finanziano (in nero) la campagna elettorale.
    Terzo : Stipendio e indennità degli eletti andrebbero commisurati all’ultimo stipendio o dichiarazione dei redditi. Basta aricchirsi con la politica.
    E poi basta rimborsi a pioggia, vitalizi, doppie e triple pensioni che nulla hanno a che fare con la realtà della gente comune. Regole da aplicare ad ogni livello, locale e nazionale.
    Ovviamente si obietterà che è poca cosa, invece io credo che sarebbe davvero l’unico vero modo per inziare a moralizzare la pubblica amministrazione.

    Ultima riflessione : gli stipendi e i bonus per dirigenti pubblici nazionali e locali. Sono vergognosamente distanti dai compensi di impiegati e quadri ed esageratamente alti.
    Ultimissimo punto : i consigli di anmministrazione di aziende pubbliche e controllate, dove si parcheggiano gli amici, le mogli i cognati e i politici trombati, con compensi a volte superiori a quello dei ministri stessi, con una o addirittura più poltrone. Basta con i doppi o tripli incarichi retribuiti profumantamente e dati a gente senza nessuna conoscenza specifica, solo per seguire il famoso e sempre attuale “manuale cencelli”.
    Mi fermo qui……. per dignità.


  14. Giangutt, allora che facciamo poiché è tutto rotto, contribuiamo anche noi a sfasciare l’Italia e ci allineiamo come soldatini di carta o burattini a movimenti populisti privi di democrazia e che la storia ci insegna siano sempre stati portatori di rovine? Allora cerchiamo di usare meno slogan e un po’ più la ragione. L’Italia fino ad oggi ha vissuto sopra le proprie possibilità e nessuno prima di Monti credo abbia mai affermato questo. Monti è per questo il cambiamento di rotta, lui ha detto basta, le sofferenze che ha inflitto agli italiani sono state molte e forse non sono finite, ma sicuramente ha dato un po’ di speranza in più alle nuove generazioni, se fino ad oggi l’Italia ha vissuto sopra le proprie possibilità i giovani rischiavano e forse rischiano ancora oggi se gli italiani manderanno in fumo il lavoro dell’ultimo governo di non poter neanche più vivere in Italia. Rimanere in Europa tenere sotto controllo lo spread non è un “optional Monti” ma è un nostro dovere per garantire un futuro ai nostri figli. Mettiamo da parte slogan populisti disprezzando ed insultando la politica, si la politica ha sbagliato, ha commesso gravi ed irreparabili errori, ma ora abbiamo il dovere per noi e per le nuove generazioni di riporre quel poco di speranza che ci è rimasta nei confronti di Monti e di tutti coloro che in politica lo appoggeranno. Chi ha lavorato per un solo anno consentendo alle casse italiane di pagare stipendi pubblici e pensioni, chi ha ridato credibilità nel mondo al nostro paese, chi ha fatto scendere drasticamente lo spread, non sono stati movimenti populisti ma è stato esclusivamente il governo Monti. I problemi, le sfide che il nostro paese dovrà affrontare saranno molte forse molte anche insormontabili, ma abbiamo bisogno di credere in qualcosa di concreto di reale, e Monti è questo sarà questo.


  15. Patrizia, dopo la cura Monti arriverà prima il default dell’Italia o quello degli Italiani onesti ???? Entrambi, andando avanti così, con tasse e tegli indiscriminati, ma aumento di spesa pubblica per minori entrate dovute a disoccupazione ed eccessiva pressione fiscale che toglie moneta dal mercato, sono inevitabili.


  16. QUESTO è DEMENZIALE, LEGGERE PER CREDERE :

    Redditometro: stato di polizia fiscale? I controlli penalizzerebbero i contribuenti onesti.
    ROMA (WSI)- Siamo tornati al Fisco lunare? Quello che fece impazzire gli italiani nel 1993 tanto da meritarsi il rimprovero dell’allora presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro?

    Più ci si avventura nel complicatissimo decreto che ha rifatto il look al redditometro, più la Luna finisce per sembrare, quasi, un rifugio accogliente. Voci di spesa, categorie familiari, aree territoriali, dati medi Istat: un’enorme schedatura con la quale il Fisco vuole ricostruire il reddito di 40 milioni di contribuenti partendo dalla spesa sostenuta.

    Una specie di radiografia della situazione contabile alla quale tutti, in qualche modo, dovranno sottoporsi. Eppure sarà interessante vedere che cosa accadrà alla categoria degli evasori totali, quelli che, per definizione, risultano invisibili.

    Vent’anni fa gli italiani impazzirono per indicare nel modello 740 il possesso di cavalli, deltaplani o elicotteri. Ora, per fortuna, non ci sono dichiarazioni da fare, ma la situazione è, per certi versi, anche peggiore. Per rispondere ai rilievi del Fisco, infatti, potremmo essere costretti a ricordare quanto abbiamo speso nel 2009 dal parrucchiere o in un istituto di bellezza. O in biancheria. O al supermercato, o in officina per il cambio dell’olio. O addirittura di quante pizze con la famiglia abbiamo mangiato il sabato sera.

    Non ci sembrano, francamente, indici reali di capacità contributiva. Vale più l’acquisto di un set di pentole nuove, o un viaggio per una meritata vacanza? Che cosa sarà fiscalmente rilevante e che cosa non lo sarà? Più si scorrono le voci prese in considerazione per i controlli, più si viene colti da una strana sensazione. L’impressione, forse sbagliata, è quella di un Fisco che vuole fare da deterrente ai comportamenti scorretti. Un passo in avanti? Sì, ma con il rischio che questi metodi finiscano con il mettere in agitazione le persone per bene. Senza centrare il vero bersaglio.

    La lotta all’evasione è sacrosanta in un Paese dove sfuggono al Fisco 120 miliardi all’anno. Recuperarne un 15-20% vorrebbe dire coprire circa un quarto degli interessi che lo Stato paga sul debito pubblico. Un recupero che consentirebbe di abbattere la pressione tributaria e di destinare una discreta somma allo sviluppo e alla creazione di posti di lavoro.

    Le finalità sono sacrosante, ma il redditometro potrebbe trasformarsi in una graticola in cui finiranno, probabilmente, per rosolarsi soprattutto i contribuenti onesti, più che i «furbetti del modello Unico». Con effetti negativi anche sul fronte economico: il messaggio, non velato, che il Fisco ci manda, è il seguente: chi spende tanto vuol dire che evade. L’effetto è indesiderato, certo: ma considerare i consumi una voce «a rischio» potrebbe avere come effetto quello di spingere a ridurli. Una cosa della quale il Paese in questo momento non ha proprio bisogno.

    Ci sono molti punti che non quadrano. Il primo è l’inversione dell’onere della prova. D’ora in avanti, infatti, non sta al Fisco dimostrare che un cittadino ha evaso, ma al contribuente provare che il reddito attribuito è errato. Che le spese sono state finanziate da prestiti dei parenti – ma come dimostrarli, specie quando i trasferimenti in contanti erano leciti – oppure dai frutti degli investimenti finanziari (tutti a cercare i vecchi estratti conto).

    Non convince nemmeno la retroattività, cioè la possibilità di scandagliare le spese fatte nel 2009. Mica il contribuente poteva sapere allora che una vacanza alle Maldive o in montagna potesse attirare quattro anni dopo l’attenzione del grande fratello fiscale. Metodi che, se applicati agli evasori abituali, potrebbero cogliere veloci a consistenti risultati. Se estesi a tutti rischiano di creare un clima di disorientamento. Altro elemento poco convincente è l’utilizzo, per certe voci che non sono monitorabili direttamente, di dati medi Istat anche se il contribuente ha dichiarato di spendere di meno. Una follia. Se è già difficile dimostrare acquisti di tre o quattro anni fa, come si può dimostrare di non aver speso?

    E poi ognuno ha le sue abitudini. C’è chi risparmia sul cibo, e non lesina di spendere per cure di bellezza. Non certo per evadere le tasse. Grossi rischi in arrivo per chi risparmia e investe. Fino all’anno scorso quando, ad esempio, veniva acquistato un immobile, il Fisco ipotizzava che la somma spesa fosse stata accumulata per quote costanti negli anni precedenti. Ora, invece, l’intero ammontare finirà a reddito (detratte le spese come il mutuo).

    Con il risultato che il reddito virtuale risulterà lontano anni luce da quello reale. Ma l’acquisto di un immobile è spesso il frutto di sacrifici ultradecennali: come si fa a non tenerne conto? Insomma nel trita-reddito finiranno sia i contribuenti-formiche sia i contribuenti-cicale. E gli evasori? Quelli resteranno, beatamente, sulla faccia, non tanto nascosta, della Luna.

    Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Corriere della Sera – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

    Copyright © Corriere della Sera. All rights reserved


  17. @ PATRIZIA . Scusami forse il modo crudo come mi esprimo nei miei commenti suscita un po dei perplessità . Ma credo che il contenuto evidenzia una realtà veramente pesante per tutta la popolazione che vive di onesto lavoro.
    Lei dice che è populismo ????? no è solo il desiderio di ottenere il diritto di avere nei nostri governi futuri politici onesti che siano orgogliosi di impegnarsi onestamente per la risoluzione dei grandi problemi creati da governanti della massima disonestà.
    C’E’ GIA’ STATO UN POLITICO – CHE HA CAMBIATO PIU’ POLTRONE SECONDO I SUOI SPORCHI INTERESSI – UN CERTO “DOTT. SOTTILE” AMATO – lui sosteneva ” come anche lei sostiene” che gli italiani fanno una vita al di sopra delle loro possibilità e allora li tartassò con l’ICI e poi gli tolse una percentuale dai conti correnti bancari” risparmi già tassati” POVERINO IL DOTT. SOTTILE AMATO – LUI OGGI PER MERITO DEL SUO PARASSITISMO POLITICO VIENE RETRIBUITO CON UNA PENSIONE DI 41.000,00 EURO MENSILI OLTRE A COMPENSI MILIONARI PER LE SUE ATTUALI ATTIVITA’ POLITICHE. E GLI ITALIANI -LAVORATORI – FANNO UNA AL DI SOPRA DELLE LORO POSSIBILITA’ ?????
    Il vampiro Monti non ha fatto altro che ripetere il comportamento parassitario del parassita Amato.
    Guarda caso sono entrambi professori – ma sono professori nel dissanguamento del piopolo –
    Quello che non si riesce a capire perchè per teartassare il popolo italiano Napolitano ha incaricato dei professori che godono dei redditi scandalosamente ultramilionari. Il Napolitano, dichiaratosi di idee comuniste, anche lui in presenza di una situazione economica difficile del nostro paese si è aumentato il suo compenso mesile di 8.000,00 euro.
    Purtoppo non si riesce a capire come sarà possibile cambiare il modo di governare, non si riesce a capire a quali politici bisogna affidarsi. L’esperienza conferma che sia nei partiti di destra che di sinistra c’e’ tanta disonestà.
    Tornando a Casini – Io no riesco a trovare nessuna azione o provvedimento da lui proposto a tutela delle famiglie di lavoratori.
    Il Fini ??? ma non faceva parte e era presidente del MSI ????? Ma il MSI non è un partito derivato dal fascismo ???’ E allora questo cavolo di trio MONTI – CASINI – FINI cosa potra fare di positivo per il nostro paese e nel rispetto della dignità delle famiglie che vivono di onesto lavoro ????
    Credo che non faranno nulla di positivo e se continuerà così la popolazione stremata, umiliata e resa sempre più poverà reagirà con una rivolta popolare. Sig.ra Patrizia le evidenzio che la Caritas ha indicato che la povertà delle famiglie italiane in quest’ultimo anno è aumentata del 30% – Mi indichi una soluzione che può smantellare la disonestà politica che ha governato da decenni e decenni . GRAZIE


  18. Sig. Giangutt lei è arrabbiatissimo con dei professori che hanno governato solo per un anno ciascuno, cosa sono due anni di governi contro personaggi che hanno governato per decenni? Per dei governi che ci hanno cacciato in un mare di guai, governi incapaci, che si sono presi gioco della povera gente. Noi siamo messi così non per Monti ma per chi lo ha preceduto. Fino al momento in cui non arriviamo a comprendere questo, credo ci sia poco da aggiungere, io sono convinta che nella melma ci ha messo chi è venuto prima di Monti, lei sostiene il contrario, ebbene ognuno è libero di sostenere e pensare quello che vuole. Una cosa vorrei aggiungere, io provengo da famiglie antifascista, i miei nonni hanno vissuto sulla loro pelle il fascismo e le atroci conseguenze, ma su una cosa sono convinta, il presidente Fini in questi ultimi anni ha dimostrato lealtà e serietà nei confronti dello Stato e delle Istituzioni tutte, si è vero era un fascista, ma credo che oggi meriti tutto il rispetto e lealtà da tutti. E’ stato uno dei pochi in Italia ad avere il coraggio di abbandonare il cavaliere, dando al paese tutto, dimostrazione di grande dignità e rispetto per il popolo italiano, da lui dovrebbero imparare gli altri del PDL, su lui il cavaliere e la sua macchina da guerra ha riversato fiumi di menzogne e fango ma ora mentre il Presidente Fini è stato assolto da tutto, il cavaliere è sempre impelagato tra processi e condanne, come vede il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
    Scusi ma la sua alternativa qual è? Forse una rivoltà popolare, forse accodarsi a qualche movimento populista tanto in voga oggi o peggio ancora rimanere fedele fino a che morti non vi separi al cavaliere, anche lui malato del peggio populismo?
    Io la mia scelta l’ho fatta, e l’ho fatta non tanto per me quanto per i miei figli, adesso tocca a lei.
    Cordialmente la saluto


  19. Dimenticavo per la soluzione sig.Giangutt io proverei Monti abbiamo testato gli altri per decenni con pessimi risultati, credo che un governo Monti legittimato dal popolo senza avere nessuno che le tiri la giacca a destra o a sinistra come è avvenuto in questo ultimo anno, possa veramente risanare la nazione, poi provare per credere….




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • GIANNA SERRA: mi piace ricordare il compianto GUAZZALOCA QUANDO PARLAVA DI...
  • Raffaele Reina: Complimenti sempre. Siamo cresciuti e cresciuti bene alle...
  • Pippo Bufardeci: E’ un’analisi perfetta. Lasciare ancora senza...
  • Pippo Bufardeci: Perfettamente in linea con la giusta strategia politica che...
  • Ezio Ordigoni: Credo che il Presidente Casini abbia delle ragioni
  • Lucia: Presidente lei è un ottimo intermediario e di mediazioni ne sa...
  • luigi addesa: Non c’è niente da fare quelli della prima repubblica sono...
  • Omar Cao: Caro Presidente è ora che prenda Lei l’iniziativa. io sono...
  • Maurizio paladini: Io ci sono. Un partito di centro che guarda a sinistra....
  • Pippo Bufardeci: Caro Pierferdinando è l’impostazione che ha...
udc tour