postato il 14 Marzo 2013 | in "Spunti di riflessione"

Papa Francesco è la persona giusta al momento giusto

Il nome Francesco è già il programma di un pontificato che si annuncia meraviglioso

La grande saggezza millenaria della Chiesa ha individuato la persona giusta al momento giusto e l’individuazione del nome Francesco è già il programma di un pontificato che si annuncia meraviglioso. In questi ultimi anni la Chiesa è stata al centro di un attacco spesso ingiustificato, ma credo che questa volta la Provvidenza abbia funzionato davvero. C’e’ bisogno di una rigenerazione della Chiesa nel mondo, di una ripartenza. Abbiamo avuto Benedetto che e’ stato un grande Papa, un Papa teologo. Oggi c’e’ un Papa che viene dall’America Latina, che apre una dimensione inedita alla Chiesa cattolica in un’area di grande importanza per l’umanità: questa scelta è un messaggio a tutto il terzo mondo che oggi è in grandissima evoluzione ma è anche il segno della storia di una Chiesa che si apre nel segno del rigore, della povertà francescana, della solidarietà verso i più umili e che recupera una sua grande ispirazione evangelica. Francesco e’ il patrono d’Italia, Benedetto e’ il patrono d’Europa. Nella storia dei due pontificati, quello di Benedetto e quello di Francesco, c’e’ probabilmente anche il recupero delle radici cristiane d’Europa che noi non vogliamo vanificare in questa stagione di convulsione e grandi disorientamenti.

Pier Ferdinando

17 Commenti

Commenti

  1. Forse è un po’ troppo presto per valutare se Papa Francesco sia un pontefice capace di rilanciare l’azione e l’immagine della Chiesa nel mondo. Certamente però si può dire che i primi segnali che il nuovo Papa ci sta lanciando sono incoraggianti.


  2. Buongiorno, presidente

    Mi lasci essere ancora una volta maliziosa: per rientrare dopo la dura sconfitta subita, lei questa frase l’avrebbe scritta per chiunque venisse eletto al Soglio Pontificio.
    Sono solo i “fatti” che realizzerà durante il pontificato che potranno stabilire i meriti di questo Francesco. Il popolo dei credenti pii e dei credenti laici potrà solo aspettare le prime vere azioni del nuovo Papa, per verificarne la “Santità”; un giudizio a priori non serve a nulla e a nessuno.
    Aspettiamo, presidente, aspettiamo….
    Una citoyenne


  3. Caro presidente vorrei inoltre farle notare come certe parole, nel suo commento, appaiano fuori di posto, considerati i suoi immediati precedenti:

    “il segno della storia di una Chiesa che si apre nel segno del rigore, della povertà francescana, della solidarietà verso i più umili e che recupera una sua grande ispirazione evangelica.”

    Chissà dove si trovava lei quando il suo protetto, prof. Monti, incalzava e tartassava proprio i più umili, lasciando i più ricchi a dormire sugli allori. Per favore, almeno un po’ di coerenza!
    Una citoyenne


  4. Concordo con il titolo anche se non conosco il pensiero di Bergoglio se non per qualcosina che ho letto questi giorni e qualcosina che mi ha spiegato un parroco che per tanti anni ha lavorato in Argentina.
    Credo che proverà a rivoluzionare la Chiesa ma a sinistra ho come l’impressione che avranno amare sorprese. L’uomo è mite ma come spesso lo sono i miti, molto ma molto determinato.
    Sarà una Chiesa imperniata sul sociale ma anche sui valori.
    Mi permetto di consigliare l’on. Casini di seguire su questi due aspetti Bergoglio per la formazione di un nuovo Centro. Il Centro deve guardare a sinistra sulle politiche economiche tenendo fermi i valori cattolici. E dando il benservito a robot-Monti, deleterio e.. mi fermo qui sennò poi rischio l’offesa.


  5. Ci sono principalmente due modi di essere attenti ai bisogni dei più poveri, meritori ed importanti allo steso modo: uno è quello di dare loro assistenza e conforto e l’altro è quello di cercare di non crearne altri e di farli diminuire. Il secondo metodo è quello seguito da Monti e da chi ha avuto il buon senso di appoggiarlo. Poi quasi tutti si sono tirati indietro ma speriamo che non dovranno assumersi fra qualche tempo la responsabilità di aver creato ulteriori sofferenze alle classi più deboli. Cittadino.


  6. x Cittadino
    Monti per i poveri?
    Robot-Monti ha demolito il Centro che Casini aveva creato in un bel pò di anni.
    Non averlo capito un anno fa è una grave colpa. Non averlo capito dopo le ultime elezioni è … drammatico.
    Ma lì al Centro, Casini e i suoi lo hanno capito bene.
    Il problema è che non sanno più come fare a cacciarlo a pedate.


  7. X Stefano Tassinari: ci troviamo in queste condizioni appunto perché da qualche anno va di moda usare proprio i piedi invece del cervello per prendere le decisioni. Cittadino.


  8. Errare è umano perseverare no.
    Avanti pure Centro. Avanti così, affidatevi a robot-Monti, quello che ci vorrebbe legare mani e piedi all’Europa dissanguatrice, continuate a bruciare il territorio centrista, ad impestarlo, ad avvelenare i pozzi, in modo che gli elettori prendano le altre strade. Quella di Renzi, di Grillo, di Bersani, di Berlusconi.
    Se Vi impegnate a fondo alle prossime elezioni prendete il 6% .


  9. @Stefano Tassinari: dai suoi post (e dall’ uso della terza persona) si evince senza ombra di dubbio che lei non ha di fatto contribuito a rafforzare l’ area di centro per la quale dice però di “tifare”, chiedendo nel contempo che siano gli altri a supportarla. Se scenderemo al 6 o anche all’ 1%, questo significherà che non saremo riusciti a convincere gli elettori: la democrazia funziona così ma resta poi il fatto che sarà il futuro a dirci se le idee dei vincitori porteranno, come si spera, benefici al Paese. Cittadino


  10. Ha capito benissimo Cittadino. Non ho votato il Centro questa volta. Dopo averlo votato in precedenti occasioni. E mi dispiace alquanto. Anche perchè erano anni che sognavo una forte formazione di centro per scardinare il bipolarismo dell’inciucio che ci ha fatto sprofondare in questa situazione (alla fine ci è riuscito a scardinarlo…). Casini c’era riuscito in fin dei conti, con una strategia perfetta era arrivato al calcio di rigore finale. Poi è stato costretto a imbarcare robot-Monti che non contento di averci dissanguato si è pure candidato al posto di un qualche giovanotto sullo stile di Renzi. E con una campagna elettorale nella quale ha riproposto i sacrifici e basta dell’ultimo anno “perchè lo chiede l’Europa”, una campagna elettorale più grigia di Dresda durante i bombardamenti ha annientato tutto.
    Adesso Casini e i suoi non sanno più come curare le ferite.
    Non perchè Casini sia un incapace, tutt’altro proprio tutt’altro, ma robot-Monti ha disintegrato tutto!! Le strade sono due: 1) con Monti – magari lo stesso Monti o Casini qualche carica la guadagnano ma il prossimo risultato elettorale non supererà il 6% oppure, 2) visto che le pedate non vanno bene, qualcuno al Centro dovrà dire a robot-Monti di accomodarsi da qualche parte, Lui e la sua Agenda, e gente preparata e onesta della società civile mischiata a qualche politico capace e onesto, coordinati e guidati da Casini trova un leader, mette giù un programma di tot punti di sinistra per l’economia (ripeto, di sinistra per l’economia) e fermo sui valori tradizionali (quindi non di sinistra).. semplicemente vince le prossime elezioni.
    La differenza va dal 6% con robot-Monti al 25% con un altro (e un’altra agenda, non europea però sia ben chiaro).
    Ah.. un’ultima cosa.. la seconda ipotesi io la voto. Anche perchè mi piace vincere.


  11. Non penso di essere un esperto politologo al punto da poter effettuare una esauriente analisi sui perché del deludente risultato elettorale dell’Udc. Però da profano posso azzardare che ha almeno in parte ragione il sig. Tassinari. L’abbraccio elettorale con Monti si è rivelato un boomerang dagli effetti devastanti. Adesso però, dopo essersi leccati le ferite, sarebbe il caso di riorganizzare un Centro che, dal mio modesto punto di vista, ha ancora pieno diritto di cittadinanza politica nel nostro Paese. Molto probabilmente entro l’anno si tornerà a votare e se c’è una cosa che a mio parere è uscita fortemente dall’ultimo voto, è che i tempi sono maturi per dare la spallata definitiva al bipolarismo. Mi auguro che questa grande opportunità di rilancio non venga persa.


  12. @ Gattestro, neanche io mi ritengo un politologo esperto, ma ho un’ idea del tutto diversa sia dalla sua che da quella del sig. Tassinari sui risultati elettorali dell’ UDC. Rispetto naturalmente il vostro punto di vista, ma non lo condivido in quanto nei numerosi contatti che ho avuto durante la campagna elettorale con gli amici dell’ UDC ho avuto la conferma che una gran parte di loro hanno votato per Monti anche alla Camera. Una scelta giusta? Sbagliata? Questo non lo so: io ho votato alla Camera per l’ UDC ed ho cercato di convincere le persone con cui ho parlato di fare la stessa cosa, ma molti hanno sostenuto che si doveva fare una sola lista e che votare sia al Senato che alla Camera per Monti era un segnale in quella direzione. Non dimentichiamo che questa linea l’ hanno seguita quasi 3.500.000 cittadini. Per cui penso che gli elettori dell’ area di centro vogliano che alle prossime consultazioni elettorali ci sia un solo partito dell’ area di centro europeista, riformista e che parli il linguaggio della verità e del buon senso. Penso che Casini abbia fatto bene ad appoggiare Monti perchè sono convinto che la sua azione ci abbia fatto riguadagnare credibilità internazionale e ci abbia salvato dal disastro finanziario. Penso che poi Berlusconi e Bersani abbiano fatto passare il messaggio che il responsabile della crisi del Paese fosse Monti, arrivato negli ultimi 13 mesi, e non chi aveva governato alternativamente in questi ultimi 20 anni. Penso che Casini, vista l’ esperienza della campagna elettorale del 2008, abbia giustamente pensato che andare con Monti comportava, come poi avvenuto, un passaggio di consensi dall’ UDC alla lista di Scelta civica, ma questo giustamente l’ ha considerato un prezzo da pagare per poter offrire agli Italiani un’ alternativa credibile al bipolarismo deleterio, irresponsabile ed incapace di governare efficacemente che ci ha demolito in questi ultimi anni. Penso che noi dell’ UDC abbiamo sostenuto un’ idea giusta e di buon senso. Poi è successo che il 25% degli aventi diritto non ha votato, il 29% ha rivotato per Berlusconi (il maggior responsabile della perdita della nostra credibilità e della conseguente crisi finanziaria) il quale strizza ancora l’ occhio agli evasori fiscali e continua ad addossare le colpe sempre ad atri, ora la Merkel, ora Fini, ora Casini.., mentre il 29% ha votato un populista antieuropeista …. ed ora non si riesce a vedere la possibilità di formare un governo credibile. Certo la nostra area non ha ottenuto un risultato soddisfacente, non è determinante, è una minoranza del solo 10%, ma questo non vuol dire che le nostre idee siano sbagliate. In democrazia si deve fare quello che sceglie la maggioranza, ma questo non significa dover anche condividere quelle scelte, anzi il compito delle minoranze è proprio quello di opporvisi in quanto si ritengono sbagliate: spero davvero che gli Italiani non dovranno riconoscere le nostre ragioni solo quando ormai i danni saranno fatti. Cittadino.


  13. @Cittadino

    Concordo in larga parte con il suo ultimo commento. Mi pare una analisi equilibrata ed aderente al risultato elettorale. Quello che volevo dire, e forse in effetti per amor di sintesi non sono stato abbastanza chiaro, è che fino a pochi giorni prima del voto tutti i sondaggi citavano circa un 30% di elettori indecisi. Evidentemente le scelte fatte in campagna elettorale non sono state idonee ad attrarre questi voti, se non forse in minima parte. Per questo ho parlato di risultato deludente. Il Presidente Casini stesso nel suo post di 20 giorni fa parla, seppur velatamente, di sconfitta. Tutto qui.
    Concordo anche pienamente con le sue conclusioni. Per questo i miei ultimi commenti sono tutti di incoraggiamento. Proprio perché gli errori tattici o strategici commessi nell’ultima campagna elettorale non devono far deperire valori e idee politiche assolutamente valide (almeno a mio modesto parere).


  14. Certo che tra i due show men: Berlusconi e Grillo, Monti può sembrare un robot!! Ma la sua serietà e compostezza mi danno più fiducia di altri che sbraitano e non si prendono responsabilità. Attenti a non farci abbindolare da chi è simpatico e allegro! Non abbiamo bisogno di barzellette e battute sagaci. Abbiamo bisogno di gente seria e capace. Come ha già detto qui qualcuno, la maggioranza comanda ma non è detto che abbia sempre ragione, anzi…..!!


  15. @ REDAZIONE: TOC. TOC. C’ è più nessuno??????? Questo ultimo post è del 14 Marzo, oggi è il 26!!!!!! Avete seguito l’ invito dei due clown e siete andati tutti a casa? ATTENZIONE che seguire la strada indicata da simili personaggi porta inevitabilmente a finire in un bel burrone, ed in Italia oggi purtroppo ce ne sono parecchi di burroni e quasi tutti senza barriere di protezione. Se è possibile vorrei dire a Casini che la sua strategia era l’ unica possibile e di buon senso: se il buon senso oggi è purtroppo finito in minoranza questo non significa che si deve abbandonare il campo! Naturalmente se si vuole cercare di fare il bene del Paese. Tre milioni e mezzo di cittadini vi hanno sostenuto ed hanno il sacrosanto diritto che qualcuno di voi, loro rappresentanti, vada in TV e sui media a contrastare le buffonate che si sentono affermare con spocchia ed arroganza e al di fuori della realtà. Occhio che fra qualche giorno ci arriva una letterina dall’ Europa simile a quella dell’ autunno 2011 e se non avremo la possibilità di dare una risposta credibile finiremo con gli Stati Uniti d’ Africa! Cittadino.


  16. Sono pienamente d’accordo con luisella e cittadino. Spero anche che questo blog, apparentemente abbandonato a se stesso, possa rinascere. In ogni caso auguro a tutti una Felice Pasqua.
    Federico


  17. Auguri di una buona Pasqua a tutti. Cittadino.




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Pippo Bufardeci: E’ un’analisi perfetta. Lasciare ancora senza...
  • Pippo Bufardeci: Perfettamente in linea con la giusta strategia politica che...
  • Ezio Ordigoni: Credo che il Presidente Casini abbia delle ragioni
  • Lucia: Presidente lei è un ottimo intermediario e di mediazioni ne sa...
  • luigi addesa: Non c’è niente da fare quelli della prima repubblica sono...
  • Omar Cao: Caro Presidente è ora che prenda Lei l’iniziativa. io sono...
  • Maurizio paladini: Io ci sono. Un partito di centro che guarda a sinistra....
  • Pippo Bufardeci: Caro Pierferdinando è l’impostazione che ha...
  • Giorgio Sorbara: Lucido, come sempre. Speriamo dia una mano.
  • Massimo Biondi: Forza senatore! Noi siamo ancora in tempo per salvarci e lei...
udc tour