postato il 27 Luglio 2015 | in "Politica"

I moderati soffocano in questo centrodestra. Renzi scelta obbligata

Pier Ferdinando CasiniL’intervista di Umberto Rosso a Pier Ferdinando Casini pubblicata su “La Repubblica”

«Questo centrodestra a trazione Salvini è immangiabile per i moderati, e finisce per dare a Renzi la responsabilità ma anche l’opportunità di rappresentarne una fascia sempre più ampia».

Senatore Casini, i moderati rischiano di soffocare nel centrodestra?
«Gli spazi politici purtroppo si restringono sempre di più. C’è un convitato di pietra che si chiama Grillo, che sta mettendo radici con il suo populismo e l’antipolitica. Dall’altro, la Lega di Salvini. Che un giorno strizza l’occhio al disastroso referendum di Tsipras e l’altro attacca Alfano sugli immigrati e scatena la caccia all’extracomunitario».

Berlusconi però annuncia un ritorno in pista.
«Ma in realtà tira i remi in barca e perde pezzi. Ha completamente smarrito quel ruolo di grande equilibrista del centrodestra che aveva un tempo, giostrando fra Fini e Tremonti, Casini e Bossi. Era riuscito – e lo riconosco io che non sono certo mai stato alla sua corte ma eletto sempre coi miei voti – a evitare la deriva leghista. Al centrodestra serviva una rifondazione, all’altezza del suo ruolo nel Ppe. Invece è finito nelle mani dell’estremismo di Salvini».

Non resta che il Pd di Renzi?
«In questa situazione, in mancanza di alternative, Renzi per tantissimi moderati è una scelta obbligata. Guardano a lui. Il consenso degli elettori centristi gli è stato praticamente offerto su un piatto di argento, visto che si ritrovano stretti fra Salvini e Grillo. Per il presidente del Consiglio è una grande responsabilità, e una grande occasione, se saprà coglierla. Io penso che alle ultime amministrative Renzi abbia perso voti non a sinistra ma proprio a destra, in quel grande bacino dove deve essere capace di continuare l’erosione di consensi».

Pronto a prendere la tessera del Pd, senatore Casini?
«Non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello. Non serve il fregolismo, ognuno ha la sua storia, la sua identità».

Un grande contenitore per i moderati del centrodestra sotto l’ala renziana, allora?
«Non ho la vocazione ad occuparmi di contabilità parlamentare, ma sbaglia chi pensa che un allargamento della maggioranza sia sempre frutto di calcoli di convenienza».

Si riferisce allo sbarco dei verdiniani nel Pd?
«E’ al centro delle polemiche in queste ore. I miei amici della sinistra Pd gridano allo scandalo. Ma li invito a riflettere sul fatto che siano scelte dettate dalla mancanza di alternative politiche piuttosto che da mero opportunismo».

Voi di Area popolare nella maggioranza ci siete già. Quindi, puntate ad un passo avanti nel rapporto politico con Renzi, pur senza sparire. Ma l’Italicum lo consentirà?
«Secondo me, la legge elettorale dovrebbe lasciare la porta aperta ad un allargamento della coalizione al secondo turno. Una convergenza che si possa realizzare mantenendo la propria storia, il proprio bagaglio politico».

E’ l’unica pecca dell’Italicum?
«C’è anche la questione delle preferenze: così come sono congegnate valgono solo per il partito che vince, agli altri partiti vanno solo i designati. Aggiungo una questione cruciale riguardo la riforma istituzionale: o una riforma vera del Senato, con delle funzioni, oppure tanto vale abolirlo. Non avrebbe senso mandare a Palazzo Madama consiglieri regionali scelti tra i più screditati o bisognosi di immunità».

1 Commento

Commenti

  1. Casini è semp’ U’ megh’ – Pierferdi è sempre il migliore.




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Omar Cao: Caro Presidente è ora che prenda Lei l’iniziativa. io sono...
  • Maurizio paladini: Io ci sono. Un partito di centro che guarda a sinistra....
  • Pippo Bufardeci: Caro Pierferdinando è l’impostazione che ha...
  • Giorgio Sorbara: Lucido, come sempre. Speriamo dia una mano.
  • Massimo Biondi: Forza senatore! Noi siamo ancora in tempo per salvarci e lei...
  • CAMILLA PAOLO: Alle Europee cosa VOTIAMO?
  • Enzo M.: Bravo Presidente, A difesa della democrazia e del voto...
  • Giorgio: Potrebbe il senatore Casini ricordarci quando il Parlamento avrebbe...
  • Adolfo Scarano: Avendo numerosi cugini i Caracas ed essendo nato li, vedendo...
  • Gianni: sempre lucida e attuale l’analisi ma si aspetta sempre da lei...
udc tour