postato il 30 Dicembre 2012 | in "Politica"

Caro Bersani, la tua doppia morale non mi convince

Quando Piero Grasso, procuratore nazionale Antimafia, si candida con il Pd risponde a ‘un imperativo morale’. Quando Enrico Bondi accetta di contribuire a un lavoro di accertamento sulla trasparenza delle candidature commette ‘un vulnus istituzionale’. No, caro Pier Luigi, questa doppia morale non mi convince e mi induce a più amare riflessioni: il Pd non vuole un’area centrista competitiva e scomoda perché‚ preferisce il vecchio ed eterno scontro con Berlusconi, diventato avversario di comodo.
In realtà le parole di Bersani confermano che siamo sulla strada giusta.

Pier Ferdinando

17 Commenti

Commenti

  1. Buonasera Presidente Casini, direi che questa fine d’anno si chiude per lei e per l’Udc, politicamente parlando, con un successo, nonostante la fine anticipata del governo Monti, voluta e perpetrata dall’ineffabile cavaliere.

    Tuttavia sono certo che lei e la sua formazione politica siate consapevoli che il Paese, quello reale, al di là del riguadagnato prestigio internazionale e dell’aver imboccato la strada giusta per il risanamento dei conti, è molto provato (eufemisticamente parlando).

    Ho letto con una certa attenzione l’Agenda Monti e devo ammettere che il contenuto mi ha sostanzialmente convinto. Certo si tratta di linee guida, una sintesi di carattere generale, che dovrà trovare (in caso di vittoria elettorale) una sua declinazione concreta tutta da valutare nel dettaglio.
    In particolare spero che determinati punti come ad esempio lo sforzo di rilancio del Paese, della lotta al malaffare e l’evasione, della semplificazione burocratica e la riforma della giustizia, trovino quell’impulso decisivo che non era possibile aspettarsi da un governo sostenuto da forze così eterogenee.

    Per questo motivo, e perché rinasca una speranza nel nostro Paese, auguro a lei, all’Udc, ai militanti e a tutti coloro che si impegneranno con sincerità di intenti e serietà, un felice e fecondo Anno Nuovo. Buon 2013 a tutti.


  2. Sig. Casini tutto lecito. Le sue critiche a Bersani, il suo no a berlusconi, la sua voglia di creare una DC 2.0 ripeto tutto lecito. Ma visto che sono un elettore avrei gradito sapere, in una partita bipolare, dove Lei e i suoi si schiereranno. Ma prima di votare. Non ha senso chiedere voti per Lei, il Prof. Monti ed altri affidabili uomini se prima non si dice dove andranno questi voti. Volendo pensar male io potrei anche mettere in conto una sua alleanza con lo stantio berlusconi. O no? Sia chiaro e lo dica anche al Professore perchè se lui è stato bravo a tagliare linearmente la VITA di noi cittadini siamo quelli che hanno pagato con il sudore del nostro lavoro. Non dia per scontato un grande successo della sua lista ‘Montiana’. Anzi.


  3. Buongiorno, presidente

    “Caro Bersani, la tua doppia morale non mi convince”

    Fa bene a non lasciarsi incantare! Ma un merito almeno glielo concede a Bersani? Il merito della coerenza… Bersani non ha cambiato mai partito: il partito di Bersani ha più volte cambiato nome, ma Bersani è rimasto sempre là, nella buona o cattiva sorte.
    Tutt’altra storia ha lei, presidente! Mi pare che nel corso della sua carriera professionistica in campo politico (mi pare che solo in quella si sia cimentato!), ha cambiato qualche volta direzione, fino ad approdare ad un partito “perosonalistico”… solo poco tempo ha preferito far togliere il suo nome dal simbolo.
    Allora se lei non è convinto dalla “doppia morale” di Bersani, le chiedo perchè gli Italiani dovrebbero essere convinti dai suoi frequenti cambiamenti?
    Ancora auguri di un felice anno nuovo.
    Una citoyenne


  4. @ mastro titta: nessuna partita bipolare. C’è il centrodestra, il centro, il centrosinistra, Grillo, Ingroia…

    io conto almeno 5 soggetti.
    Ragion per cui, noi andiamo da soli alle elezioni. E’ dal 2006 che siamo staccati da berlusconi e nel 2008 Berlusconi ci propose di passare con lui e dicemmo di no.
    QUindi il suo discorso non regge


  5. Sig. Mastro Titta, quello che sta succedendo oggi sulla scena politica è la classica conferma, bis-conferma che il bipolarismo in Italia è doppiamente fallito. Credo che la sua visione di vedere Monti affiancato a berlusconi ,oltre che irreale, è oltraggiosa e vergognosa nei confronti di Monti e dei suoi alleati. Il problema suo e delle sue visioni future della scena politica italiana credo sia un altro. Purtroppo questo tipo di dichiarazioni , di insulti, di disprezzi o solo di aprire bocca e dare fiato come fa Bersani oggi è solo sintomo di paura, pura e semplice paura . Oggi buona parte dei politici e dei politici comici preferiscono solo insultare ed aggredire colui che temono, follemente temono.


  6. Cara Citoyenne, il mondo cambia, si evolve e Honoré Gabriel Riqueti affermava:«Solo gli imbecilli non cambiano mai opinione».


  7. @Mastro Titta

    il suo quesito non è del tutto preregrino, tuttavia osservando gli avvenimenti di queste ultime settimane, mi pare di aver capito che ha ragione il dott. Pezzati e perciò si può dire che la sua domanda è stata superata dagli eventi.

    Il bipolarismo, così come realizzato in questi 20 anni “berlsucones – antiberluscones”, ha ampiamente ed evidentemente fallito. Occorre pertanto superare questo schema politico infruttuoso e dannoso, e aprirsi a nuove soluzioni, che rendano il Paese governabile e che, soprattutto, trovino le soluzioni ai tanti e gravi problemi che ci affliggono.

    Per inciso, è sottointeso che anche io mi auguro, da elettore, che ogni eventuale alleanza nella ormai prossima legislatura, escluda Pdl e Lega.


  8. Condivido al 100% la replica di Pezzati a Mastro Titta. Come minimo il sistema è tripolare. Poi c’è Grillo. E poi poi… Multipolare. Ridurre al bipolarismo è roba vecchia. Si butta via con il primo dell’anno.


  9. @Mario Pezzati ed altri. Sul fatto che il bipolarismo non sia stato ‘esaltante’, che la legge elettorale non sia una ‘sicurezza’ ne possiamo e ne dobbiamo parlare. Ma rimane il fatto che si andrà a votare con QUESTA legge. Legge che non ammette schieramenti ‘autonomi’. Alla fine ci si dovrà contare ed ottenere una fiducia in Parlamento. La mia domanda era orientata a capire. Auguro al Prof. Monti tantissimi voti (non sono antimontiano, anzi) ma per tanti che saranno non potrà formare un governo da solo. Appunto dovrà creare, favorire, analizzare delle alleanze. Ecco il punto: dove le andrà a cercare?. La ritengo una domanda lecita, pertinente ed educata.


  10. Buona sera, Patrizia

    “Cara Citoyenne, il mondo cambia, si evolve e Honoré Gabriel Riqueti affermava:«Solo gli imbecilli non cambiano mai opinione».”

    E’ proprio quello che penso anch’io, soprattutto quando leggo certi interventi su questo blog. La sua fede e quella di tanti altri adoratori è un fatto che mi colpisce….
    Buon 2013
    Una citoyenne


  11. La domanda è lecita, pertinente ed educata, non ci sono dubbi sig. Titta.
    Il problema è il bipolarismo, che essenzialmente vuol dire due poli. Ora, i poli, che erano due in Italia (di fatto eliminarono il centro, che in Italia è stato, è allo stato attuale, e forse sarà, maggioritario) , sono di fatto tre. Anzi forse 4. O cinque addirittura. Comunque non due. In Italia è palese: è un anno che mica hanno governato sinistra e destra! Ha governato il Centro.
    Anche altri stati “obbligatoriamente” bipolari hanno più poli, in Francia o negli USA per esempio si è deciso per “nobili” motivi di disintegrare il centro. E infatti milionate di statunitensi non si recano alle urne: perchè non si riconoscono nè in Obama nè in Romney. Si è imposto questo sistema bipolare per governare meglio, così si sostiene. Per me per instaurare una simil-dittatura. E’ un pò forte quello che scrivo ma a me sembra pazzesco e antidemocratico che uno che non si colloca nè a destra nè a sinistra non abbia patria. Se poi non è uno ma sono milioni di elettori…
    Questa storia americana, da quiz “da che parte stai o di qua o di là” è finita, almeno in Italia. Il Centro (che facilmente non voterò) raccoglierà dal 15% al 20% ma solo perchè l’avevano disintegrato per 15 anni, disintegrato vuol dire che non è stato mai nominato per 15 lunghissimi anni. Fra qualche anno prenderà il 30-35% e sarà maggioritario. Sempre in un sistema NON-bipolare. E fra una decina di anni anche gli altri sistemi mondiali vireranno verso il multipolarismo. Compreso gli USA. Perchè il bipolarismo senza centro in tempi di crisi è deleterio.


  12. UN MOVIMENTO CIVICO, POPOLARE, RESPONSABILE
    Pubblicato il 31 dicembre 2012
    “Le elezioni parlamentari del 2013 decideranno se l’Italia continuerà ad essere una grande nazione al centro della politica europea e internazionale, o se invece il nostro Paese scivolerà verso uno scenario di marginalità e isolamento sulla spinta dei populismi di destra e di sinistra. La scelta riguarderà la nostra capacità di recuperare lo slancio e le energie che abbiamo saputo mostrare nelle fasi migliori della nostra storia recente, o se invece prevarrà la tentazione di un ripiegamento sulle nostre debolezze. Per questo abbiamo deciso di offrire alle italiane e agli italiani la possibilità di dare il proprio voto ad una formazione politica diversa da quelle che hanno animato il ventennio della seconda repubblica, i cui risultati sono oggi di fronte agli occhi di tutti. Un movimento che nasca dall’unione tra l’associazionismo civico, che testimonia della vitalità della società civile, e la politica più responsabile. Un movimento che raccolga il testimone dell’esperienza di governo guidata da Mario Monti, che in soli tredici mesi ha restituito all’Italia credibilità e affidabilità dentro e fuori i confini nazionali, e che intenda proseguirne il lavoro, dopo l’emergenza finanziaria, con la prospettiva di una legislatura e con il consenso di milioni di italiani, verso un obiettivo di crescita sostenibile e di occupazione. Un movimento popolare e riformista che si rivolga a quegli elettori che da tempo sono in cerca di una nuova offerta politica, che sia finalmente capace di innovare i limiti dei vecchi partiti e di realizzare le riforme necessarie a restituire slancio e vitalità ad una grande nazione com’è e come deve rimanere l’Italia. Questo dobbiamo ai giovani e alle future generazioni di italiani. Mario Monti.” Queste sono tesi e proposte serie e di buon senso che molte persone serie e di buon senso che intervengono su questo blog condividono senza adorare nessuno, al contrario di chi non sa fare altro che criticare in base a pregiudizi, senza alcun costrutto e senza dare nessuna risposta alternativa alle proposte fatte da chiunque altro che non sia se stessa! Chiacchiere, solo inutili chiacchiere! Cittadino.


  13. @stefano tassinari, mi scusi, ma non riesco a legare la sua affermazione:”Il Centro (che facilmente non voterò)……” con il resto del suo ragionamento. Può per favore spiegarsi meglio? Come pensa che potrebbe esistere ancora un centro e soprattutto come potrebbe ancora continuare ad esistere in futuro, se nessuno lo vota? Grazie. Cittadino


  14. Gentile citoyenne , le chiedo scusa, nel suo commento avevo erroneamente visto delle accuse per il presidente Casini per aver più volte cambiato opinione, mi sono sbagliata. Buon anno 2013 e le auguro per l’anno che verrà’ un ragionevole e auspicabile cambio di opinione, patrizia, “una come tante niente”.


  15. @cittadino intanto buon anno 2013 a Lei e a tutti i frequentatori di questo blog, nonchè a chi il blog lo tiene vivo e interessante.
    Vedo di essere breve:
    1 non è importante quello che voterò (facilmente non lo voterò ma non ne sono certo), il Centro si può reggere (ovviamente) benissimo senza di me ma grazie a milionate di voti (che arriveranno, altrochè se arriveranno)….. e ne sarò felice (anche perchè molti saranno ex voti dati alla destra berlusconiana);
    2 non ho mica scritto che nessuno lo vota il Centro, ho scritto che prenderà dal 15% al 20% (ma non ci azzecco nei pronostici…), mica poco… comunque sia foss’anche il 13% sarà determinante:
    3 essendo, come si è capito un antibipolarista, sono superfelice che si sia ricostituito il Centro che secondo me ha una funzione sociale importantissima. Superfelice anche perchè ritengo sia stata compiuta una vera e propria impresa contro tutto e tutti, i media in primis.
    Riassumendo: contentissimo per il ritrovato Centro, tornato determinante, che ha dissolto tutt’insieme bipolarismo e berlusconismo, che potrà crescere in uno spazio prima vuoto e …. chissenefrega del mio voto.


  16. Sono mooooolto! ingenua ma ho sempre difeso Casini da quando ha lasciato l’alleanza con PDL e Lega , rischiando di scomparire. Anch’io non ho mai cambiato lavoro: sono sempre impiegata in banca. Perchè devo guardare con diffidenza chi lavora in politica? Il mio segretario provinciale UDC è impegnato tutta la settimana , festivi compresi. Penso che un incarico nazionale sia maggiormente gravoso. Chiaramente intendo il lavoro in politica svolto onestamente e senza arricchimenti personali! In merito al tema Centro- bipolarismo in una riunione di partito della mia città un iscritto ha detto ( e io condivido in pieno): “Quando parlo di lavoro e lavoratori non sono di sinistra, quando parlo di diritto alla vita, non sono di destra. Rivendico la mia libertà di essere di centro. Prendo ciò che penso sia giusto a destra e a sinistra. “. Infine vorrei dire che la continua querelle pro o contro Berlusconi ha annoiato tanti, ma non è inutile: questo personaggio ha portato in politica il peggio: la corruzione ( c’era già sicuramente ma non a certi livelli e con quell’arroganza ), la diffamazione ( attraverso i suoi media) , la volgarità, il disprezzo per l’Italia e gli italiani, l’arricchimento personale spropositato, le leggi ad personam, ecc,ecc Tutte cose che dobbiamo rilevare e spiegare ai ns. figli ! Non è questo il ” lavorare per il bene comune”! Chi poi si ispira o ammira De Gasperi, queste cose le avverte immediatamente. Monti non è l’uomo della Provvidenza ma è sicuramente una persona seria e preparata, oltre che, credo, sinceramente interessato al futuro dell’Italia. Non condivido le posizioni di Casini su Tav, privatizzazioni e politiche energetiche ma gli devo dare atto di lungimiranza e saggezza per la scelta di appoggiare il Professore . In ogni caso buon anno a tutti gli italiani ( ne abbiamo proprio bisogno!)


  17. Gli errori (a mio avviso) di Citoyenne:
    L’on Bersani è un politico di lungo corso. Citoyenne trascura il suo passato come esponente di rilievo del PCI emiliano. Partito imploso idealmente e politicamente nel fallimento del comunismo internazionale del 1988.
    L’on. Bersani è stato un esponente di rilievo di Ds, Ulivo e Pd . Partiti che sono stati determinanti nella politca italiana sia al governo sia come maggiore partito di opposizione . E’ coinvolto pertanto e pesantemente nel fallimento della seconda repubblica.
    L’on. Bersani non ha voluto le preferenze (le primarie per tutti i partiti), però ha indetto le primarie che hanno costituito un fatto rilevante di vitalità democratica per il suo partito. Ma non ha risolto i nodi ideali e politici che accompagnano il Pd dal momento della sua costituzione. A tale riguardo forse può essere illuminante un articolo di Massimo Gramellini Ia Stampa 8 maggio 2009 dal titolo “Le scarpe spaiate”.
    Infine la sua politica vola “basso” perché rispolvera il mito dell’autosufficienza; infatti guarda più a vincere le elezioni a scapito della qualità, della coerenza e della fattibilità della proposta politica ed economica.




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • CAMILLA PAOLO: Alle Europee cosa VOTIAMO?
  • Enzo M.: Bravo Presidente, A difesa della democrazia e del voto...
  • Giorgio: Potrebbe il senatore Casini ricordarci quando il Parlamento avrebbe...
  • Adolfo Scarano: Avendo numerosi cugini i Caracas ed essendo nato li, vedendo...
  • Gianni: sempre lucida e attuale l’analisi ma si aspetta sempre da lei...
  • Gianni: Analisi come sempre perfetta, peccato che a suo tempo non sia stato...
  • Alzetta Gianfranco: Credo che anche questo governo vada giudicato per quello...
  • Lucia: Montese strada provinciale 27 della docciola ci sono muraglie del dopo...
  • Pini lucia: Speriamo bene! Sulla strada provinciale 27 della docciola montese...
  • Giuseppe: Il popolo italiano, al momento del voto, deve avere. Il coraggio e...
udc tour