postato il 23 Agosto 2012 | in "Spunti di riflessione"

Sisma: Governo proroghi scadenze fiscali

È indispensabile che il Governo proroghi al 30 novembre le scadenze fiscali per le popolazioni delle zone colpite dal terremoto sin dal Consiglio dei Ministri di domani e si impegni ad una ulteriore proroga per coloro che a quella data non avranno a disposizione le abitazioni agibili o per quelle imprese che non avranno ancora ripreso l’attività.
In questi mesi sindaci, amministratori e cittadini delle zone colpite dal sisma hanno dato dimostrazione di efficienza e virtuosità che debbono essere di insegnamento per tutti.

Pier Ferdinando

5 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
citoyenne
citoyenne
11 anni fa

Buongiorno, presidente

“Sisma: Governo proroghi scadenze fiscali”

E che cosa risponde il governo? “Obbedisco!”? Non le pare che anche queste sue dichiarazioni siano solo appena velate di quel populismo, da lei sempre avversato?
Una citoyenne

Lorenzo
Lorenzo
11 anni fa

Cara Citoyenne non ti pare che sia giusto prorogare le scadenze fiscali a coloro che hanno perso una casa o l’azienda? Non mi sembra un ragionamento populista, o no?

citoyenne
citoyenne
11 anni fa

Buongiorno sig. Lorenzo

“Cara Citoyenne non ti pare che sia giusto prorogare le scadenze fiscali a coloro che hanno perso una casa o l’azienda? Non mi sembra un ragionamento populista, o no?”

Io vado ben oltre…. io ritengo che dal momento in cui è accaduta la disgrazia/terremoto fino a quando, man mano, si andrà ricostruendo, tutti i cittadini, rimasti fuori di casa e fuori dal lavoro, “debbano” avere il diritto all’esenzione tasse e all’esenzione di eventuali mutui in corso.
Ma a spostare solo di qualche mese il pagamento delle tasse (compresa l’Imu e, per chi ha perso la casa, è assolutamente assurdo) e prorogare, sempre di qualche mese, il pagamento dei mutui delle case distrutte è stato il governo dei tecnici, appoggiato da una coalizione arruffata e arrufona, perchè era prevedibille che nel giro di pochi mesi le distruzione non poteva essere ristrutturata.
Ma ora, ad ogni scadenza. ci sarà il giochino, tra i partiti della coalizione e il governo, della dilazione, tenendo, ogni tre/sei/dodici mesi, i cittadini in bilico. Io lo chiamerei sadismo politico, altri lo chiamino come vogliono.
Ai cittadini terremotati, alluvionati, o comunque colpiti da calamità nazionali, va tutta la mia solidarietà. Ai politici che giocano sulle disgrazie altrui va solo il “mio disappunto”.
Una buona giornata.
Una citoyenne

cittadino
cittadino
11 anni fa

Un esempio di populismo più che perfetto lo si può trovare in questa frase sopra postata: “Ai cittadini terremotati, alluvionati, o comunque colpiti da calamità nazionali, va tutta la mia solidarietà. Ai politici che giocano sulle disgrazie altrui va solo il “mio disappunto”. Là, precisa! Cittadino.

Lorenzo
Lorenzo
11 anni fa

Cara Citoyenne,
concordo assolutamente con la tua prima parte tuttavia non sono assolutamente esperto in materia ma forse questo “andare di mese in mese” sia dovuto al fatto che la legislatura sta per terminare e, di conseguenza, non so se il governo attuale (che non è una coalizione arruffata visto che è composta da parlamentari da noi eletti, anche se non in maniera diretta) può andare troppo in la con l’esenzione delle tasse.
Poi ti ripeto, non sono assolutamente esperto quindi magari è una cacchiata quella che ho detto.



Twitter


Connect

Facebook Fans

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Instagram