postato il 23 Ottobre 2011 | in "Politica"

Nessuno è autorizzato a ridicolizzare l’Italia

Neanche di fronte gli evidenti e imbarazzanti ritardi di Berlusconi.

Nessuno è autorizzato a ridicolizzare l’Italia, neanche di fronte agli evidenti e imbarazzanti ritardi con cui il Governo Berlusconi affronta la crisi. Non mi è piaciuto il sorriso sarcastico di Sarkozy nella conferenza stampa di oggi, e credo che anche per lui sia il momento di dimostrare equilibrio e serenità all’altezza delle responsabilità che ha assunto.

Pier Ferdinando

79 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mario A. Musso
Mario A. Musso
12 anni fa

Purtroppo è da un po’ di tempo che la politica Italiana appare ridicola in tutta Europa. Chiunque ha frequentazioni estere ha dovuto da tempo farsene una ragione. Ora questa umiliazione è stata ufficializzata anche ai più alti livelli diplomatici.
Paragonando l’evoluzione, che ho potuto verificare negli ultimi dieci anni, di città come Monaco, Berlino, Parigi Lione o Londra rispetto a Milano o Roma, non si può dargli torto. Povera Italia e poveri Italiani quanto siamo rimasti indietro, caro Pierferdinando è ora di guardare in faccia alla realtà.

Lorenzo Strizzolo
Lorenzo Strizzolo
12 anni fa

On. Casini,

Vivo all’estero da 7 anni e mi creda non solo Sarkozy ci ridicolizza, non sa quante persone anche “day – to – day” ridicolizzano il nostro bel paese.

Ma cosa aspettate a tornare grandi? sono stanco di sentirmi rappresentato da un uomo che non vale nulla, CACCIATELO

daniela
daniela
12 anni fa

Non mi sento offesa come italiana dall’atteggiamento dei 2 leader europei – mi sento offesa dal comportamento del nostro presidente del consiglio e del governo stesso.
Sono stufa di essere identificata come spaghetti – pizza – mandolino – mafia e bunga bunga. Serietà e onestà non guasterebbero

citoyenne
citoyenne
12 anni fa

Buongiorno, presidente

Mi pare che più che i sorrisetti ironici di Merkel e Sarkozy, nel suo blog abbiano fatto male le parole che lei ha creduto di dire in difesa degli Italiani.
Mi pare pure di capire che non tutti sono d’accordo con lei e, mi dispiace doverlo dire, neanche io.
Mi pare di non aver sentito alcun suo commento quando è venuta fuori la battutaccia da bettola (se è vera!) che il cav. ha fatto nei confronti della Merkel. Perchè nessuno è intervenuto in quell’occasione?
Mi pare di non aver sentito alcun suo commento sul fatto che la “parola” data dal cav. a Sarkozy sulle dimissioni di Bini Smaghi, sia andata a carte quarantotto, dimostrando quanto poco affidabile sia la parola di quest’uomo!
E lei vorrebbe tirare le orecchie ai due capi di stato che, proprio in questi ultimi giorni, sono stati così trattati dal cav.?
Ma abbiamo il senso della misura, in questa benedetta nazione?
una citoyenne

mario
mario
12 anni fa

non è Sarko che ridicolizza il paese ( sorrideva anche la Merkel ) ma il suo premier che la ridicolizza ogni giorno.
La sua difesa d’ufficio è inutile e ridicola!
La smetta di fare il l’uomo super partes e faccia invece il suo dovere di politico pulito e ci liberi da questa vergogna.
mario

salvatore corrado
salvatore corrado
12 anni fa

Condivido pienamente il richiamo che l’on. Casini ha rivolto ad un Capo di Stato estero che non si è dimostrato all’altezza del proprio ruolo in un momento delicato e formale, lasciandosi andare a gigioneria offensiva nei confronti del Presidente del Consiglio italiano. Risulta triste leggere i commenti di chi non comprende che un comportamento di quel genere non può (non può per il rispetto istituzionale che è dovuto alla nostra nazione) essere condiviso, quando non addirittura osannato, perchè in quel consesso il Presidente del Consiglio rappresentava l’Italia. L’evidente assenza di una comprensione (e condivisione) delle regole democratiche risulta sempre più evidente, laddove le proprie (giustificate) critiche ad una carica istituzionale lasciano il posto ad una delegittimazione che giunge a negarne la stessa rappresentatività. Fino a quando non si comprenderà la differenza tra una critica, anche veemente, e la negazione aprioristica della legittimità di un ruolo istituzionale, la democrazia non sarà davvero compiuta. Gioire (si, molti italiani gioiscono!) del banale siparietto di Sarkozy è il modo migliore per restare piccoli e ciechi!

Federica71
Federica71
12 anni fa

Carissimo On. Casini, mi sento di ribadire per l’ennesima volta quello già detto da altri: il Presidente Berlusconi è riuscito magnificamente in questi anni a ridicolizzarci, non solo con il suo comportamento non all’altezza del compito durante incontri internazionali e di rappresentanza, ma anche e soprattutto con il suo continuo non fare nulla per il bene del Paese. Mi scusi, ma avrebbe francamente dovuto alzare al voce prima e non indignarsi solo ora!
E risulta triste leggere i commenti di chi non comprende che il Presidente Berlusconi sia diventato la barzelletta dell’intera Europa e con lui noi, per l’incapacità di critica, di prendere provvedimenti, per la continua perseveranza a raccontarci balle. Vivo da 15 anni all’estero e francamente sono stanca dei commenti che sento e della commiserazione dimostrata dagli altri. Non si gioisce del siparietto di Sarkozy, ma si assiste tristemente al tracollo della nostra credibilità.

citoyenne
citoyenne
12 anni fa

Per Salvatore Corrado

Dissento su tutta la linea da quanto da lei scritto perchè io, in quanto cittadina italiana pretendo molto di più da un uomo che “ha chiesto” voti ai cittadini per farsi eleggere a capo del governo italiano.
Pretendo serietà di comportamento in Italia e all’estero;
pretendo la trasparenza in tutte le sue azioni;
pretendo il rispetto per tutti gli organi istituzionali;
pretendo che esegua il suo mandato nei palazzi che la sua stessa istituzione gli ha fornito (le case private, ricettacolo, pare, di appuntamenti di varia natura, non “debbono” essere adibite a sedi istituzionali);
pretendo che la Politica sia una cosa seria o non una politica (minuscola) giocosa, come ama definirla Giuliano Ferrara;
pretendo mille altre cose da un uomo che si è fatto eleggere a premier e se queste cose non vengono rispettate, io voglio che anche all’estero si sappia che i cittadini italiani dissentono da questo comportamento.
Concedo a questo premier (si fa per dire) la possibilità dell’errore, ma non quella del mal comportamento!
una citoyenne

Lorenzo
Lorenzo
12 anni fa

La sig. Merlel e il sig. Sarko hanno ragione su tutto. Siamo un paese ridicolo! Settimana scorsa si è scatenato l’inferno a roma e sono stati fatti 11 arresti! Stessa cosa per la tav, che è un progetto europeo dove una vallata da 20.000 abitanti sta fermando lo sviluppo di una nazione intera! Pompei sta cadendo a pezzi e deve interenire l’unesco per salvare tale patrimonio perché noi non ne siamo capaci! In parlamento poi la corruzione penso sia ai massimi storici. Caro on. Casini io la stimo e la seguo, ed al tempo stesso mi sono impegnato in prima persona per cercare di fare qualcosa, ma sinceramente non vedo l’ora di laurearmi ed emigrare un paese ben più civile del nostro come la Francia o l’Inghilterra.

DOM
DOM
12 anni fa

Non c’è peggior cieco o sordo di chi non vuol vedere o sentire.
Quoto tutti i commenti riguardanti Berlusconi e non l’Italia , mio caro ex alleato di B. !!
P.S: vede che siamo più di lei ??????? o forse non ha vista…?

Francesco
Francesco
12 anni fa

Caro Presidente,
come ha letto dai commenti,
il nostro presidente del Consiglio rende indifendibile persino la nazione che rappresenta.
Obiettivamente la “culpa in eligendo” esiste anche nel nostro diritto.
Comunque ha ragione, chi rappresenta le altre nazioni, non deve farsi contagiare. Sarebbe un bel guaio un epidemia di berlusconismo in Europa!

mario pezzati
mario pezzati
12 anni fa

@ Citoyenne: veramente sulla questione Bini Smaghi ne avevamo accennato giusto qualche girono fa alla fine di questo articolo/commento:
https://www.pierferdinandocasini.it/2011/10/19/quale-sviluppo-senza-soldi/

Max Langosco
Max Langosco
12 anni fa

Gentile Onorevole Casini, il nostro capo del Governo, imprenditore, troppo spesso commette errori di etichetta in campo internazionale… fa male. I capi di governo francese e tedesco, sono invece politici “puro sangue”: devo quindi dedurre che questa sceneggiatina (francamente inaccettabile) sia fatta ad opera, e che abbia il preciso scopo di “punire” l’Italia, ed il nostro PdC (che la punizione sia meritata o meno è irrilevante). Vorrei cercare di riassumere i fatti:
a) Il governo Italiano ha accettato le condizioni europee (ossia franco-tedesche) per il risanamento.
b) Ai governi di Francia e Germania sta a cuore che il governo Italiano riesca a rimettere a posto i conti.
c) I capi di governo francese (principalmente) e tedesco, commettono un’altra azione (questa volta piuttosto infantile), volta ad indebolire la base elettorale del capo del governo Italiano.
Se le condizioni a) e b) fossero vere, seguirebbe che Francia e Germania abbiano interesse a rafforzare il nostro capo del governo: c) sarebbe quindi un assurdo. Dato che c) è invece successo, segue per forza che: a) o b), o entrambi, siano falsi.
Gran parte del debito greco ed italiano sono in mano francese e tedesca… la condizione b) sembra difficilmente negabile. Mi resta quindi una sola conclusione possibile: la condizione a) è falsa. Quindi il governo Italiano NON ha accettato tutte le condizioni franco-tedesche… quali non ha accettato? Non le vedo scritte da nessuna parte. La questione Bini Smaghi, come dice il presidente Berlusconi? Forse, ma sembra un pò poco… La spartizioni degli appalti e delle forniture libiche? Già meglio… Rapporti privilegiati ENI/Gazprom? Forse… South Stream? Forse… Controllo del Mediterraneo centrale? mah… Controllo ENI di gran parte della rete di distribuzione energetica europea? Forse…
Insomma se sono questi (o altri di questo genere) i punti salienti dei conflitti europei (perché anche tra Francia e Germania non è che sia tutto latte e miele…) allora mi piacerebbe vedere questi aspetti dibattuti in maniera trasparente, anche da parte delle opposizioni (… e se possibile, al posto delle tante chiacchiere nauseabonde ed inutili).
Cordiali Saluti,
Max Langosco

Adriano
Adriano
12 anni fa

Come il presidente Casini mi sento ferito come italiano. Non è bello vedere il proprio premier, chiunque esso sia, deriso in un vertice internazionale. Detto questo il giudizio su Berlusconi e il suo governo non cambia: più che ridere fa piangere.

Luca
Luca
12 anni fa

Sarkozy ha ridicolizzato Berlusconi, non l’Italia. È Berlusconi che ridicolizza l’Italia.

Simone Marini
12 anni fa

E’ la nostra classe politica ridicolizza l’italia, prima ve ne rendete conto meglio è!

Daniele
Daniele
12 anni fa

Le responsabilità delle risatina vanno equamente divise tra Berlusconi e i tanti imbecilli italiani che da mesi non fanno altro che denigrare i Governo e i suoi rappresentanti agli occhi di tutti.
A questi ineffabili intelligentoni, interessa ben poco dell’Italia, ma solo ed esclusivamente che se ne vada Berlusconi, perchè sperano di ritornare anche lor a far guasti al governo.
Prima di ogni altra cosa, dovrebbe venire il Paese, e se tutti sti personaggi che sanno solo dire, Berlusconi si deve dimettere, avessero veramente a cuore l’Italia, farebbero anche delle proposte concrete e serie, ma non credo che siano in grado di farle. Altrimenti, invece di mettere sempre lo stesso disco rotto, cercherebbero di fare qualcosa di più serio; ovvero, proposte serie e credibili.

fedora
fedora
12 anni fa

Sogghignano contro il premier, ed ancora non sanno che risolveremo i problemi dell’economia con le pagelle online.

Daniele
Daniele
12 anni fa

Opss., avevo dimenticato alcune cose.
Buona parte di questi ineffabili personaggi, cominciando da un tale di nome Bersani e finendo a che vi pare, dovrebbero imparare a lavorare. La mattina dovrebbero alzarsi per andare a produrre nell’interesse di tutti, come dipendenti o imprenditori ha poca importanza, ma dovrebbero anche loro correre i rischi che corriamo noi tutti.
Il rischio che la loro azienda chiuda per qualsivoglia motivo, che il loro datore di lavoro non sia in grado di pagarli per un motivo qualunque, e via discorrendo.
Invece, questi signorotti che non fanno altro che gettare fango sul nostro Paese, non rischiano nulla. Il solo rischio che corrono è rappresentato da una eventuale non rielezione, ma con la pensione che prenderebbero, equivalente a quello che potrebbe essere sufficiente a far sopravvicere 2-3 famiglie, si trovano in una botte di ferro.
Un esempio quelunque? Un tale di nome Veltroni, che prende a destra e a manca, tra pensioni e stipendio di deputato. Sono queste le cose delle quali dovrebbero vergognarsi LORO, non certamente noi.
Vero, On. Casini ?

Fabio
Fabio
12 anni fa

Onorevole Casini, vivendo all’estero da diversi anni non mi stupisco più di sentire gli stranieri che ridicolizzano il presidente del consiglio berlusconi.
Quello che mi sorprende invece è che lei prenda fischi per fiaschi, anche i bambini hanno capito che la risatina di Sarko e della Merkel sono indirizzate al berlusca e non agli italiani in generale. Si riguardi la conferenza stampa e magari se non capisce si faccia tradurre da qualcuno del suo ENTOURAGE. Provo ad aiutarla ,
SARKOZY:
Siamo insieme in questo incontro, noi abbiamo fiducia nella responsabilità dell’insieme delle autorità italiane, politiche, finanziarie ed economiche.
Merkel:
Abbiamo detto chiaramente che l’Italia è un grande e importante partner della zona euro, e tutto deve essere fatto in questo Paese per essere all’altezza delle responsabilità che gli competono, spero che le misure necessarie siano prese perchè la fiducia non si basa solo sulla costruzione di riforme, ma ha bisogno di prospettive chiare. L’Italia è una grande forza economica ma ha un debito pubblico molto elevato che bisognerà ridurre nei prossimi anni.
se la mia traduzione è corretta mi dice chi ha ridicolizzato l’Italia???
Non state riaprendo nuovamente il solito tetrino politico vero???

Francesco Donadio
12 anni fa

Buongiorno Oorevole , guardi che e’ proprio tiste sentirsi italiani oggi ,viviamo in un paese di brava gente , intelligente e laboriosa di cui voi dovreste essere l’esempio ma non e’ così’ , dovete mettervi da parte se non avete soluzioni o proposte serie , e inutile andare in televisione a parlare a vanvera, gli italiani sono stanchi di questo ! lasciate posto ai giovani che se pur con poca esperienza sono più’ seri di voi che avete fatto il vostro tempo, ormai vi siete arricchiti e avete distrutto un paese bello e di buona gente , cosa volete ancora? poi lei dovrebbe finirla di fare il moralista e di comportarsi come una bandierina che sventola dove tira il vento non credono più’ neanche a lei. grazie per averci rovinato del tutto.
Un Italiano serio F.D

Andrea
Andrea
12 anni fa

D’altra parte, i pagliacci fanno ridere.

giorgio
giorgio
12 anni fa

LEGGO :

Il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, ha evidenziato come l’intervento di Umberto Bossi abbia impedito al governo di eliminare definitivamente le pensioni di anzianità. Brunetta ha dichiarato, “L’eliminazione definitiva delle pensioni di anzianità sarebbe già stata realizzata se Umberto Bossi non si fosse messo di traverso”. Poi Brunetta ha discusso dell’aumento dell’Iva, dicendosi sicuro che non avrà ripercussioni sui prezzi.

RIFLETTO :

CARO MINISTRO, IO DAREI QUALCOSA DI TASCA MIA SE LEI E I SUOI AMICI SI TOGLIESSERO DALLE PALLE (FINALMENTE E PER SEMPRE) !!!

Matteo
Matteo
12 anni fa

Condivido il suo sentimento patriottico di fronte alla sufficienza con cui l’europa ci guarda.
Non credo che ci si possa più soffermare sul ” B or not B”, occorre un’azione decisa : uscire dall’Europa o tornare ad esserne gli attori principali.
Non possiamo continuare a fare la guerra tra poveri pensionati, lavoratori e piccoli imprenditori! I denari ci sono in Italia e sono da ricercare in :
_ pensioni dei funzionari/politici tagliare tutto oltre i tremila euro/mese!
_capitali , aggiornare i valori degli immobili e pagarci le tasse sopra
aumentare tassi sui profitti speculativi e non da lavoro!
_sprechi della politica con tetto massimo di 3000 euro/mese per qualsiasi incarico
_ costi degli inutili manager dei vari enti e partecipate

Fatto questo credo che ne uscirebbe una manovra a lungo termine.
Purtroppo mai nessun politico potrà mettere mano a tutto ciò senza incorrere alla rivolta dei parlamentari per cui….
o accettare la derisione dei nostri partner o mettersi in moto per una nuova marcia su Roma.

Alessandro
Alessandro
12 anni fa

Signori Berlusconi sara’un pagliaccio per alcuni, non per me, ma e´ il prodotto del sistema Italia NEL SUO COMPLESSO, inutile sbeffeggiare il timoniere della propria barca pensando che la cosa non riguardi alcuni di noi. CI RIGUARDA TUTTI.

Berlusconi non e’venuto da Marte ma e’stato eletto dal voto degli italiani, di moltissimi italiani. Va rispettato da chi vuole che il proprio paese venga rispettato.

Altrimenti se siete voi i primi a ridicolizzare Berlusconi, poi non vi meravigliate che lo fanno anche tutti gli altri.

Il dramma dell´Italia e degli italiani e’sempre stato questo che cannibalizzano le loro migliori energie lasciando campo aperto agli stranieri.

Questo e’un problema secolare della nostra cultura un po’ provinciale e ci ha fatto perdere tante occasioni storiche. Meditate.

Andrea
12 anni fa

è Berlusconi che ha ridicolizzato l’Italia, inutile lamentarsi adesso basta non votarlo …

Controcorrente
Controcorrente
12 anni fa

Caro Casini appunto per questo lei non dovrebbe appoggiare i poteri forti europei sul falso e strumentale tema delle pensioni.
Se avesse l’accortezza di informarsi vedrebbe che in germania(potrei citarle dati precisi ma sarebbe lungo) la media dell’età è simile alla nostra ,mentre è ormai chiaro a tutti che la questione debito è solo un alibi ,basterebbe infatti fare un po’ di conti:
1-debito pubblico italiano = circa 1.812,790 miliardi di euro,
2-valore del patrimonio privato dei beni in possesso dei superricchi = circa 4000.miliardi di euro
3-ammontare del patrimonio pubblico italiano= 1800 miliardi di euro
4-faccio presente inoltre che l’Italia ha riseve auree tra le piu’ ricche d’europa (e oggi il valore dell’oro è aumentato di molto)
Basterebbe fare quindi un mix tra patrimoniale, dismissioni di parte del patrimonio pubblico e, al limite, di vendita di parte delle scorte oro (Prodi a suo tempo lo propose) per ridurre o addirittura azzerare completamente il nostro debito pubblico.
Se appoggera’ Berlusconi in questa iniquita’ delle pensioni gli elettori ne terranno ben conto.

Thunderblast
Thunderblast
12 anni fa

Se ci sono persone ridicole che ci governano, allora ridicolizzare e’ legittimo.

Matteo
Matteo
12 anni fa

Onorevole Casini, lei ha ragione, non va ridicolizzata l’Italia, indipendentemente da chi ci governa. Il sorriso di Sarkozy è una beffa per noi italiani. Ci devono rispettare perchè anche noi come loro siamo nell’Unione Europea. E poi guardassero in casa loro, che di problemi la Francia ne ha tanti. Non sto qui a dilungarmi. Di problemi che ci colpiscono in questi giorni ne abbiamo tanti ma anche loro (Francia) non sono messi bene.



Twitter


Connect

Facebook Fans

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Instagram