postato il 26 Ottobre 2010 | in "Federalismo, In evidenza, Riceviamo e pubblichiamo"

La felice gestione Zaia del Veneto: più tasse per tutti e meno sanità

Sembra impossibile, eppure sembra confermato: la Regione Veneto aumenterà le tasse, per potere coprire i suoi buchi di bilancio, soprattutto quello nella sanità.

Ora, il PDL e Zaia dicono no a nuove tasse, salvo poi sbugiardarsi da soli e ammettere che probabilmente verrà ritoccata al rialzo l’addizionale IRPEF, sancendo, di fatto, un aumento delle tasse per i cittadini.

E per fortuna che Zaia, durante la sua campagna elettorale, aveva promesso un deciso miglioramento per il Veneto, che anzi avrebbe avuto la fortuna di essere una delle regioni apripista in tema federalista. Ma il Federalismo, non dovrebbe abbassare le tasse?

Parrebbe di no, perchè si sta venendo a configurare da un lato meno prelievo dello Stato, ma anche meno trasferimenti dello Stato verso le Regioni, con il risultato che lo stesso Formigoni, governatore della Lombardia, lamenta che le riduzioni operate dal Governo mette a rischio i servizi per il cittadino.

Il problema quindi diventa: o si aumentano le tasse (quindi l’aumento del 3% dell’addizionale IRPEF) per risanare il deficit della Sanità e i minori trasferimenti da parte dello Stato, o si tagliano i servizi al cittadino (per altro, con la chiusura di alcuni ospedali, si sta già operando in tal senso, ma non basterebbe).

Zaia, e la Lega, pur di non ammettere che forse il Federalismo non è la panacea di tutti i mali e che forse loro non sono degli amministratori così abili, scaricano la colpa di tutto su Galan e il PDL, ma questo, a mio avviso, non risolve il problema e non può nascondere le responsabilità della Lega, visto che il partito di Bossi aveva una fortissima presenza anche nella Giunta Galan.

Per avere uno spaccato della situazione Veneta, chiediamo un giudizio ad una persona che vive questa realtà ogni giorno: il Consigliere Regionale di Verona, Stefano Valdegamberi (UDC), il quale afferma:

“la Lega sta smentendo se stessa. Per anni ci ha raccontato che il suo pseudo federalismo avrebbe portato più risorse alle regioni virtuose come il Veneto, togliendole a Roma “ladrona”. Oggi si verifica l’esatto opposto: il sistema Veneto (regione, province e comuni) perderà oltre 1 miliardo di euro nei prossimi due anni per cui la Lega ci sta convincendo ad aumentare l’imposizione fiscale per garantire la permanenza dei servizi. Nell’ultimo Consiglio Regionale il capogruppo dal fazzoletto verde, Caner, ha ribadito la necessità ad aumetare l’irpef (colpendo prevalentemente i redditi da lavoro dipendente) oltre ad introdurre la tassa sul turismo (una delle principali voci dell’economia veneta) e la tassa sugli immobili urbani per i consorzi di bonifica, la cui abolizione , prima delle elezioni, era stata sbandierata dalla lega come un suo meritato successo. Lega partito delle tasse? Certo, perchè un federalismo che non diminuisca i troppi livelli di governo e di potere, ulteriormente rafforzati e moltiplicati dalle amministrazioni padane risulta del tutto inefficace, se non persino dannoso. L’incapacità di effettuare riforme strutturali tali da svincolare risorse dalla burocrazia e dal pachidermico ed obsoleto sistema pubblico (fatto da una miriade di centri di spesa), per rimettere in moto le infrastrutture e l’economia, ha già affossato sul nascere il progetto del pseudofederalismo. Le uniche novità sono le minori risorse dalla Capitale e l’aumento delle tasse. L’esatto contrario di ciò che si è predicato finora nelle piazze durante i raduni padani. L’Udc lo aveva già detto. Anche se ancora una volta il tempo ci sta dando ragione, ad essere truffati sono i cittadini veneti che, svegliandosi dal tepore dell’illusione, ancora una volta dovranno mettere mano al portafoglio….anche se sempre più vuoto.”

“Riceviamo e pubblichiamo” di Gaspare Compagno

2 Commenti

Commenti

  1. Come piace sempre ricordare il nostro capogruppo in regione veneto Stefano Valdegamberi: ” .al veneto vengono tolti nei prossimi due anni circa un miliardo di euro…meno male che andiamo verso il federalismo…e nel frattempo si mettono nuove tasse…”


  2. Il governatore del Veneto Luca Zai parla di 6 Milliardi di tasse che non tornano al Veneto!
    http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Regione/202992__senza_addizionale_irpef_per_tutti_gli_assessorati_scattano_tagli_del_55/

    In un’ articolo riportato dal sito del pnvenet invece si parla addiritura che da 70 Milliardi di tasse Venete, ne tornano solamente 9 alla regione e 6 a i comuni!!??
    http://www.pnveneto.org/2010/11/il-costo-dell%E2%80%99alluvione/comment-page-1/#comment-4893
    Secondo me è impossibile, che i dati riportati da questo sito corrispondano alla verita!
    15 Milliardi di ritorno su 70 Milliradi sarebbero appena 21,4 % !

    Ma dico io, ma mica questi si permettono di pubblicare dati manipolati a piacimento, tanto per portare avanti la loro campagna politica mirata alla secessione!?
    Se cosi fosse, ci si puo aspettare che qualcheduno (partito) in futuro ponga denuncia su questa cosa?




Twitter


Connect

Hai già cliccato su “Mi piace”?

Community

Login with Facebook:
Last visitors
Powered by Sociable!

ULTIME SEGNALAZIONI FACEBOOK

Facebook Fans

Twitter EstremoCentro

Ultimi commenti

  • Mario Dereviziis: Auguri caro Presidente Casini. In parlamento si è...
  • Giuseppe Leporini: La saggezza di un leader vero. Grande Pier!
  • Francesco66: Di e cose sacrosante. Ma Intanto vediamo.
  • angelo lucisano: condivido pienamente,”i parlamentari,quelli ovviamente...
  • Fulvio: grande pier ferdinando , ciao, con amicizia,,, c’ero anche io...
  • Pippo Bufardeci: Pier, la classe non è acqua. Hai chiaramente evidenziato la...
  • Edgardo: Sono convinto che gli insulti da chiunque parte vengano non creano...
  • Giuseppe: Condivido parola per parola il ragionamento di un uomo di...
  • Pippo Bufardeci: Perfetto, Pierferdinando non si può gestire solo la...
  • CARLO FIORILLO: Gentile Senatore, Lei ci riporta il suo intervento alla...
udc tour